Durata corso di studi, il Ministero precisa: nessun intervento legislativo previsto

Di
WhatsApp
Telegram

red – Un comunicato stampa inviatoci dal Ministero precisa le indiscrezioni della stampa sui lavori del Gruppo di lavoro costituito per "svolgere, in raccordo con il Dipartimento dell’Istruzione, attività di studio e disamina delle problematiche […] sulla durata del corso di studi"

red – Un comunicato stampa inviatoci dal Ministero precisa le indiscrezioni della stampa sui lavori del Gruppo di lavoro costituito per "svolgere, in raccordo con il Dipartimento dell’Istruzione, attività di studio e disamina delle problematiche […] sulla durata del corso di studi"

Le indiscrezioni del Sole24Ore sul progetto di anticipare il diploma a 18 anni hanno scatenato la fantasia di molti giornalisti e non solo sulle modalità di tale possibile riforma.

In particolare, una di queste ipotesi voleva che l’inizio degli studi avvenisse all’età di 5 anni, consentendo un anticipo del diploma senza investire una decurtazione degli anni di studio con relativo taglio agli organici.

Il MIUR ha tenuto a precisare che questa indiscrezione è assolutamente destituita da ogni fondamento e che il Gruppo di lavoro si è riunito una sola volta e l’incontro ha avuto carattere interlocutorio.

Inoltre, il MIUR tiene a precisare che il Gruppo ha carattere scientifico-culturale e non politico e il materiale prodotto "avrà carattere esclusivamente di ricognizione comparatistica, approfondimento e ricerca sul tema e su come esso si ponga negli altri paesi europei"

Infine, il comunicato precisa che il Ministro non ha alcuna intenzione di intervenire sulla materia legiferando, tanto più essendo imminente la fine della legislatura.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur