Due milioni di euro contro fallimento formativo e dispersione scolastica in Trentino

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Provincia autonoma di Trento ha stanziato 2 milioni di euro per prevenire la dispersione scolastica e supportare gli studenti in difficolta’ per il conseguimento di un titolo di studio conclusivo del primo o del secondo ciclo.

L’avviso e’ rivolto alle scuole e agli enti accreditati per la formazione. Le proposte progettuali dovranno essere presentate dal 28 agosto 2018 al 25 settembre al Servizio istruzione e formazione del secondo grado, universita’ e ricerca della Provincia.

L’iniziativa e’ cofinanziata dall’Unione europea, dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e dalla Provincia, nell’ambito del Programma operativo Fse 2014 -2020.

Le proposte progettuali dovranno focalizzarsi sul sostegno delle fragilita’ educative che potrebbero esporre al rischio di dispersione scolastica e sul supporto delle difficolta’ di apprendimento degli studenti, indipendentemente dalla presenza di un disturbo certificato.

Obiettivi

L’obiettivo generale dei progetti è supportare gli studenti che hanno difficoltà nel percorso scolastico a causa di fattori socio-ambientali, culturali, familiari, personali attraverso azioni di prevenzione dell’insuccesso formativo e della dispersione scolastica.

Sono due i tipi di intervento finanziati:

a) INTERVENTI DI SUPPORTO ALL’APPRENDIMENTO NELLE FASI EVOLUTIVE PER FAVORIRE IL SUCCESSO PERSONALE E FORMATIVO rivolti a studenti iscritti al primo ciclo di istruzione;

b) INTERVENTI PER LA PROMOZIONE DEL SUCCESSO FORMATIVO E DI CONTRASTO ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA rivolti a studenti iscritti alla scuola secondaria di secondo grado o della formazione professionale.

Contenuti

Le proposte progettuali dovranno focalizzarsi sul sostegno delle fragilità educative che potrebbero esporre al rischio di dispersione scolastica e sul supporto delle difficoltà di apprendimento degli studenti, indipendentemente dalla presenza di un disturbo certificato.

I progetti potranno comprendere uno o più dei seguenti interventi:

ottimizzazione dei percorsi di apprendimento di ciascuno, curando il recupero personalizzato di disagi e difficoltà, anche momentanee, valorizzando la funzione di tutoraggio/supporto anche tra pari (peer education);
supporto all’utilizzo degli strumenti compensativi, per allievi con disturbi specifici di apprendimento;
percorsi di supporto all’utilizzo di tecnologie educative e all’acquisizione di metodi di apprendimento che consentano di migliorare le abilità di letto-scrittura-calcolo;
laboratori di potenziamento delle competenze di letto-scrittura, di calcolo e linguistiche;
attività di apprendimento cooperativo;
utilizzo di metodologie sperimentali, di strumenti e applicazioni innovative, sia nella didattica che nella gestione di spazi, tempi e formule organizzative;
laboratori esperienziali trasversali alle diverse discipline;
opportunità di incontro con il mondo del lavoro, per studenti del secondo ciclo.

Beneficiari

Possono partecipare all’avviso, mediante la presentazione di proposte progettuali gli organismi, pubblici e privati accreditati, aventi sede legale nell’Unione europea.

Dove e quando

E’ possibile presentare le proposte progettuali dal 27 agosto 2018 al 25 settembre 2018 entro le ore 12.30 al Servizio istruzione e formazione del secondo grado, Università e Ricerca della Provincia autonoma di Trento.

Informazioni

Per informazioni dettagliate è possibile rivolgersi al Servizio istruzione e formazione del secondo grado, Università e Ricerca ai numeri 0461-4941397 e 0461-491233 oppure alla mail [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione