Dsga di Treviso accusato di peculato per false supplenze

Stampa

GB – Avrebbe sottratto alle casse della scuola 200.000 euro facendole passare come spese per supplenze: da anni un DSGA di un istituto comprensivo del Veneto. Ora è agli arresti domiciliari.

Il suo lavoro viene svolto adesso da un sostituto per permettere il regolare avvio dell’anno scolastico, mentre va avanti il procedimento disciplinare dell’ Ufficio Scolastico Regionale, che potrebbe decidere il licenziamento in tronco.

GB – Avrebbe sottratto alle casse della scuola 200.000 euro facendole passare come spese per supplenze: da anni un DSGA di un istituto comprensivo del Veneto. Ora è agli arresti domiciliari.

Il suo lavoro viene svolto adesso da un sostituto per permettere il regolare avvio dell’anno scolastico, mentre va avanti il procedimento disciplinare dell’ Ufficio Scolastico Regionale, che potrebbe decidere il licenziamento in tronco.

L’accusato si dice pronto a restituire tutto il maltolto, ma la scuola si riserva di chiedere i danni, come risarcimento della caduta di immagine.

Il provveditore agli studi di Treviso si dice favorevole al licenzamento, se le accuse venissero confermate, anche in caso di restituzione da parte del DSGA sotto accusa:" Il peculato è una cosa grave, – ha affermato il provveditore Corà – che incrina il rapporto di fiducia. Con una conferma delle accuse, si andrebbe verso la rottura irrevocabile del rapporto di lavoro".

Stampa

Nuovi percorsi mirati e intensivi per prepararti al Concorso Stem. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype