DSGA temporizzati dimenticati dai sindacati tradizionali. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Anna Maria Cianci – Il CCNL scuola finalmente è stato firmato in data 9 febbraio 2018! Vado alla ricerca di 2 parole: DSGA TEMPORIZZATI (direttori dei servizi generali ed amministrativi delle scuole). Cerco disperatamente fra i vari titoli, articoli ma di queste due parole nulla. Anche questa volta i sindacati si sono dimenticati di questa problematica! Peccato!

Chissà come si sentono quei colleghi che pensavano che un impegno incisivo dei sindacati potesse trovare una dignitosa soluzione contrattuale e che per mesi mi hanno rimproverata di avvicinarmi a fantomatiche associazioni per la soluzione di questo grave problema! (Perché grave? Perché persone con 42 anni di servizio vanno in pensione con un calcolo pensionistico basato su 28 anni di servizio)

Ebbene sì. I sindacati tradizionali ci hanno ancora una volta tradito.

Ieri rileggevo una raccomandazione unanime della VII commissione cultura della Camera, riferita alla finanziaria 2008 che: “si auspica, infine, l’adozione di provvedimenti affinché ai DSGA delle istituzioni scolastiche siano riconosciute le anzianità maturate al 31 agosto 2000 in analogia a coloro che sono stati immessi nella funzione di DSGA successivamente” (in quanto esisteva una disparità tra i DSGA assunti in data 1.9.2000 e quelli assunti successivamente a tale data con condizioni più favorevoli).

Volete sapere come è stato risolto questo “auspicio”?

Che il Miur con nota n.10184 del 30.3.2015 ha chiesto alla Corte dei Conti a sezione riunita un parere”in ordine alla necessità di applicare il meccanismo della temporizzazione a tutti coloro che sono stati nominati DSGA dal 1.9.2000, a prescindere dall’anno in cui si è stati nominati” quindi Temporizzazione a tutti i DSGA.

La Corte dei Conti ha, in tempi molto brevi, discusso e approvato quanto richiesto dal MIUR.

L’istituto della “Temporizzazione” è un atto dovuto dell’Amministrazione e viene effettuato quando un dipendente passa da un profilo inferiore ad uno superiore.

L’Istituto della “Ricostruzione della carriera” è un diritto del dipendente e viene esercitato se il trattamento economico derivante dalla stessa è più favorevole rispetto alla temporizzazione (art.4 del DPR n .399 /1988)

Perché ai DSGA non è stato riconosciuto questo diritto?

La maggior parte dei DSGA si è rivolta ai vari giudici del lavoro e nella stragrande maggioranza i tribunali sia di 1^ che di 2^ grado hanno dato ragione ai DSGA. La Suprema Corte di Cassazione ha accolto i ricorsi presentati dal Miur annullando tutte le sentenze favorevoli ai DSGA.

Dall’incontro di alcuni colleghi abruzzesi e romani, tutti temporizzati e animati dalla voglia di rivendicare il diritto al pieno riconoscimento del servizio antecedente il 1 settembre 2000 ai fini della ricostruzione di carriera,è nata una collaborazione che, anche attraverso chat dedicate e un gruppo face book si è aperta ed estesa a livello nazionale.

Ci siamo rivolti all’ANIEF.

L’annuncio dell’ANIEF di voler presentare ricorso per difendere questo nostro diritto, ha rappresentato e rappresenta tuttora, un momento di fondamentale importanza per tutti coloro che, pur avendo percorso inutilmente tutte le strade possibili, sia a livello istituzionale, politico,mediatico,SINDACALE, ancora CREDONO nella possibilità di vedere realizzate le loro aspettative.

Grazie all’ANIEF si è di nuovo accesa la luce della speranza, si è ripreso a parlare, tra colleghi lontani e sconosciuti, con l’entusiasmo ed il fermento oramai dimenticati, messi a tacere dalle disillusioni e dalle delusioni già sopportate.

Con le tre grandi riunioni di Roma, Milano e Palermo, organizzate dall’ANIEF, si sono messe in comunicazione ed in relazione tante persone che, a loro volta, hanno messo a disposizione energie, tempo e denaro per far sì che questa iniziativa fosse conosciuta, apprezzata e condivisa da un maggior numero di persone.

L’augurio di tutti i DSGA che hanno aderito al ricorso (e anche di quelli che speriamo, a breve, facciano parte del nostro già numeroso esercito) è che l’ANIEF nelle prossime elezioni RSU diventi un sindacato rappresentativo in modo tale da poter ottenere il riconoscimento dei tanti diritti lesi non solo attraverso le aule di tribunale ma nei luoghi deputati a difendere i diritti dei lavoratori sanciti da quella che viene definita la Costituzione più bella del mondo.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione