Dsga, Pittoni (Lega): Azzolina non ne vuole sapere di un concorso riservato per i facenti funzione

Stampa

“Azzolina si conferma divisiva, quindi inadatta a fare il ministro dell’Istruzione, anche nella gestione del rapporto tra vincitori del concorso a direttore dei servizi generali e amministrativi (Dsga) della scuola e assistenti amministrativi facenti funzione di Dsga”.

“La ministra mette due diritti – entrambi legittimi – in contrapposizione tra loro. Azzolina, che non ha mai voluto saperne del concorso riservato da noi proposto per non disperdere la preziosa esperienza dei facenti funzione, ha dato invece via libera a un emendamento al decreto Agosto che, contro ogni regola, lascia i facenti funzione a casa ad anno scolastico iniziato, facendo saltare ben due rapporti di lavoro già instaurati e contrattualizzati con scadenza non prima del 30 giugno: il Dsga facente funzione nominato il primo settembre tornerà a fare l’assistente dopo mesi di presa in carico di tutte le responsabilità connesse alla funzione superiore; il supplente nominato al suo posto sarà licenziato in tronco e sotto Natale difficilmente riuscirà a spuntare un’altra supplenza della stessa durata. C’è da chiedersi quanto tale norma risponda al dettato costituzionale: lo Stato, infatti, con questa legge toglie lavoro anziché tutelarlo”.

Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, responsabile Scuola della Lega e vice presidente della commissione Cultura a palazzo Madama.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia