DSGA FF a Bussetti: per noi mobilità professionale verticale. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Anna Lucia Polselli  –  Al Ministro Marco Bussetti e ai vertici politici e sindacali.

Vista l’imminenza dello svolgimento delle prove concorsuali preselettive del profilo DSGA, è un’ignominia quella perpetrata ai danni degli assistenti amministrativi facenti funzione di tutta Italia, destinati loro malgrado ad essere eliminati da questa mannaia, pur avendo tutte le competenze necessarie al profilo.

Gli Assistenti Amministrativi titolari di 2° posizione economica svolgono da molti anni la funzione di DSGA, mediante il superamento di una prova selettiva ed hanno già effettuato il relativo percorso di formazione per la sostituzione dei Direttori Sga; stanno peraltro subendo la decurtazione stipendiale prevista dalla nota IGOP n. 104476 del 7/12/2012 e dalla Legge di stabilità del 2013 che il MEF applica a tutti gli assistenti amministrativi per lo svolgimento di funzioni superiori.

Visto che migliaia di assistenti amministrativi sono già formati attraverso i corsi di cui sopra e attraverso anni di esperienza lavorativa nel profilo di DSGA, e visto che il Ministero della Pubblica Istruzione ha già investito in risorse economiche per il profilo di Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi con l’espletamento delle suddette prove selettive e per i relativi Corsi di Formazione effettuati agli Assistenti Amministrativi per poter essere destinatari delle posizioni economiche, sarebbe stato logico ed elementare prevedere, anche contemporaneamente al concorso, un percorso di mobilità verticale del personale ATA a cui destinare il famoso 30% dei posti disponibili, mediante procedure selettive e previa frequenza di apposito corso organizzato dall’amministrazione, da un’area inferiore all’area immediatamente superiore (da area B ad area D).

I diritti di tutti noi sono stati ancora una volta castrati dalla disapplicazione della norma sui passaggi professionali verticali del personale ATA.

Si sta scherzando con il fuoco perchè il prossimo anno scolastico 2019/20 sarà una vera debacle per le istituzioni scolastiche prive di DSGA (circa 3000), poiché il concorso bandito con Decreto Dirigenziale del 20/12/2018 non avrà ancora concluso il suo impervio percorso e nessun assistente amministrativo accetterà mai alcun incarico di sostituzione dopo il trattamento irriguardoso ricevuto.

Si deve assolutamente cercare una soluzione che ponga fine a questa vergogna; chiediamo pertanto al Ministro Marco Bussetti ed ai vertici politici e sindacali di procedere con assoluta urgenza alla sottoscrizione di un CCNI per la mobilità professionale verticale da Assistenti Amministrativi a Direttori SGA, con il conseguente decreto dirigenziale per l’ avvio della procedura.

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora