DSGA e computo dei servizi derivanti dal trattamento accessorio. Sentenza

WhatsApp
Telegram

Nella sentenza in commento la Corte dei Conti Calabria (Sentenza 276/2021) tratta il caso di un contenzioso che interessava un DSGA che aveva presentato ricorso amministrativo al Comitato di vigilanza e di aver richiesto la riliquidazione del trattamento pensionistico per la mancata inclusione dei compensi accessori (con trasmissione di tutti gli elementi del calcolo).

DSGA e diritto al computo delle retribuzioni per trattamento accessorio

Afferma la Corte che deve dunque riconoscersi al ricorrente il computo dei servizi rivendicati, anche con riguardo a quelli (particolarmente controversi tra le parti) derivanti da POR e PON, anch’essi facenti parte del trattamento accessorio dei DSGA. In proposito, infatti l’art. 89 del CCNL Scuola 2006-2009 espressamente prevede che ai Direttori dei servizi generali e amministrativo possono esser corrisposti (oltre a corrispettivi per lavoro straordinario) compensi accessori “per attività e prestazioni aggiuntive connesse a progetti finanziati con risorse dell’UE, da enti pubblici e da soggetti privati”. A tal riguardo, peraltro, lo stesso Ministero dell’Economia, con nota prot. 136657 del 15 dicembre 2008, ha precisato, in risposta ad un quesito posto dal Miur, che  “si ritiene che il dipendente (personale ATA) incaricato di espletare attività connesse al Programma Operativo Nazionale presso la stessa istituzione scolastica in cui presta servizio fornisca una prestazione di lavoro del tutto analoga a quella svolta abitualmente ed esegua una attività che è comunque connessa ai normali compiti d’istituto affidatigli. Il relativo compenso è erogato dall’istituzione scolastica di appartenenza, la quale, nel caso in esame, non può essere considerata un “soggetto terzo” e, pertanto, i predetti compensi percepiti a fronte delle prestazioni rese in relazione al PON sono riconducibili alla categoria dei redditi di lavoro dipendente e, dunque, vanno assoggettati alle ritenute fiscali e contributive>>. Sulla base di quanto affermato dal MEF, lo stesso Miur (Prot. n: AOODGAI – 3761 del 30 Luglio 2009) ha precisato, per i DSGA, che <<le attività svolte da detto personale rientrano tra i compiti previsti per la categoria a norma del CCNL del 29/11/2007 e “Sequenza contrattuale del 25/07/2008” e quindi “connesse ai normali compiti d’istituto affidatigli”.

DSGA e FIS

IL DSGA ad oggi accede al FIS in base a quanto contemplato dall’articolo 88comma 2, lettera j) del CCNL scuola del 2007 “la quota variabile dell’indennità di direzione di cui all’art. 56 del presente CCNL spettante al DSGA con le modalità stabilite nel CCNI del 31.8.1999 e nelle misure definite nella Tabella C”. L’articolo 89 riconosce a favore del DSGA la corresponsione degli emolumenti esclusivamente per compensi per attività e prestazioni aggiuntive connesse a progetti finanziati dalla UE, da Enti o istituzioni pubblici e privati da non porre a carico delle risorse contrattuali destinate al fondo di istituto. A ciò va richiamata anche la dichiarazione congiunta del Contratto integrativo scuola 31.08.2020: OO.SS e Amministrazione condividono la necessità della valorizzazione di tutto il personale scolastico, con particolare riferimento ai Dsga, con l’obiettivo di riconoscere i maggiori impegni previsti dai piani dell’offerta formativa e dai piani organizzativi per far fronte nell’anno scolastico 2020/2021 alle misure di prevenzione del rischio contagio connesse all’emergenza epidemiologica da COVID 19. Le parti concordano, inoltre, che le risorse stanziate dal D.L.I04/2020 siano utilizzate per remunerare le prestazioni aggiuntive del personale, ivi compresi i Dsga, delle scuole delegate per attività di supporto agli uffici per le procedure relative alla validazione delle GPS e per gli altri adempimenti previsti dal decreto legge menzionato e dalle relative disposizioni applicative.

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in DSGA

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO