DSGA, copertura posti disponibili e/o vacanti. Ecco come procedere

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

DSGA: copertura posti disponibili e/o vacanti anno scolastico 2019/20. Intesa Miur-sindacati.

Posti vacanti e/o disponibili

Nella giornata di ieri, si è svolto il preventivato incontro Miur-sindacati, nel corso del quale si è discusso della carenza di organico relativa ai posti di DSGA e alle modalità per superarla, in attesa della conclusione del relativo concorso, attualmente in atto e relativamente al quale si attende lo svolgimento delle prove scritte.

Al primo settembre 2019 sono vacanti 2.907 posti in organico di diritto, cui aggiungere ulteriori posti resi disponibili in organico di fatto.

Al fine di superare l’esigenza succitata e assicurare il buon funzionamento delle istituzioni scolastiche, considerato il ruolo centrale svolto dai DSGA, Miur e sindacati hanno stipulato un apposita intesa.

Copertura posti vacanti e/o disponibili

In base all’intesa stipulata il 12 settembre 2019, dopo l’applicazione di quanto previsto dall’articolo 14 del CCNI del 12 giugno 2019, in via eccezionale e per il solo anno scolastico 2019/20, gli Uffici scolastici regionali, previo confronto con  i sindacati, possono procedere alla copertura dei posti vacanti e/o disponibili con le seguenti procedure straordinarie indicate in ordine di priorità:

l) in base ai criteri e alla procedura di cui all’art. 14, del CCNI del 12.6.2019, tramite utilizzazione di personale appartenente al profilo professionale di assistente amministrativo di altra provincia dello stesso USR o, in subordine, di altro USR;

2) mediante affidamento in reggenza a DSGA di ruolo in servizio nelle scuole viciniori, secondo la normativa vigente;

3) mediante conferimento di incarico ad assistenti amministrativi immessi in ruolo a decorrere dal 2019-20 che dichiarino la disponibilità ad accettare l’incarico di DSGA su uno dei posti disponibili, il cui servizio è valido ai fini del periodo di prova qualora non già terminato;

4) mediante conferimento di incarico ad assistenti amministrativi non di ruolo che, già nominati o chiamati in ordine di graduatoria per il conferimento di una supplenza relativa al profilo di appartenenza, dichiarino la disponibilità ad accettare l’incarico di DSGA su uno dei posti disponibili e a condizione che siano in possesso del titolo di studio previsto dalla Tabella B allegata al CCNL 2007 (laurea specialistica in giurisprudenza; in scienze politiche sociali e amministrative; in economia e commercio o titoli equipollenti);

5) mediante conferimento di incarico a tempo determinato di DSGA ai candidati inseriti nelle graduatorie di istituto del profilo di assistente amministrativo, nel rispetto della posizione occupata dai medesimi all’interno delle stesse, che si siano dichiarati disponibili e a condizione che siano in possesso del titolo di studio previsto dalla Tabella B allegata al CCNL 20007 (laurea specialistica in giurisprudenza; in scienze politiche sociali e amministrative; in economia e commercio o titoli equipollenti).

Intesa Miur-sindacati

Cosa prevede il CCNI  del 12/06/2019

L’articolo 14 del CCNI sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie disciplina la copertura dei posti disponibili e/o vacanti di DSGA nell’ambito della medesima scuola e in ambito provinciale.

Il succitato articolo 14 indica il personale cui assegnare i posti disponibili e/o vacanti di DSGA, secondo l’ordine di seguito riportato:

  1. personale inserito nella graduatoria permanente, di cui all’articolo 7 del DM n. 146/2000, con contratto sino al 31/08;
  2. assistenti amministrativi titolari e/o in servizio nella medesima scuola in cui si verifica la disponibilità, che siano beneficiari della seconda posizione economica di cui all’articolo 2 della sequenza contrattuale del 25 luglio 2008, le cui modalità attuative sono regolamentate dall’Accordo nazionale 12 marzo 2009. Ciò qualora non sia possibile coprire i detti posti tramite la modalità di cui al punto 1 (supplenza al 31/08);
  3. personale utilizzato appartenente ai profili professionali di responsabile amministrativo oppure di assistente amministrativo di altra scuola della medesima provincia. Ciò in via esclusivamente residuale.

Ai fini dell’utilizzazione di cui al punto 3, gli USR predispongono appositi elenchi del personale aspirante alle utilizzazioni. La predisposizione degli elenchi deve avvenire sulla base di criteri finalizzati a:

  • valorizzare le esperienze acquisite a qualsiasi titolo nel profilo di DSGA;
  • valorizzare i titoli culturali;
  • favorire l’impiego degli assistenti amministrativi titolari delle posizioni economiche.

L’Ufficio scolastico regionale predispone i provvedimenti nei confronti del
personale disponibile, esclusi coloro i qual abbiano rifiutato analogo incarico nella propria scuola (vedi il punto 2 sopra riportato).

Nell’ambito delle operazioni di utilizzazione del predetto personale, hanno  priorità nella scelta della sede, nel limite degli aventi diritto, coloro i quali chiedano la conferma nella scuola ove, nell’anno scolastico precedente, abbiano svolto analogo servizio.

Ai fini del conferimento dell’incarico, nell’ambito dell’ordine delle operazioni indicate nei sopra riportati punti 1, 2 e 3 e la priorità nell’ambito dell’utilizzazione di personale appartenente ai profili professionali di responsabile amministrativo oppure di assistente amministrativo di altra scuola della medesima provincia, costituisce titolo di precedenza l’inserimento nella graduatoria per la mobilità professionale dall’area “B” all’area “D”formulata ai sensi del C.C.N.I. 3 dicembre 2009. 

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione