DSA. Boom tra gli alunni, 3 diagnosi su 4 potrebbero essere sbagliate

WhatsApp
Telegram

Tra i bambini italiani è boom di diagnosi di disabilità e di disturbi specifici dell’apprendimento come dislessia e discalculia, insieme ai piani didattici personalizzati. insegnanti di sostegno per i DVA e costi elevatissimi per i comuni italiani. Ce ne parla l’ISTAT.

L’Istat conferma l’aumento delle certificazioni, passate negli ultimi dieci anni da 167.804 nell’a.s. 2004-2005 a 234.788 nell’a.s. 2014-2015, con un incremento del 39,9% a fronte addirittura di una diminuzione del numero complessivo degli alunni frequentanti il sistema scolastico.

La dislessia, spiega l’ISTAT, colpisce al massimo l’1,5-3% dei bimbi, mentre i dati scolastici italiani sono 4-5 volte superiori alle previsioni mediche e in aumento; si arriva anche a un 10% di dislessici, ovvero 2 bambini in una classe di 20 alunni. Per gli esperti 3 su 4 diagnosi potrebbero essere sbagliate.

Così, ad esempio, Daniele Novara, uno fra i più famosi pedagogisti italiani, fondatore del CPP (Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti) afferma all’ANSA che i DSA come la dislessia “sono deficit neurofisiologici che al massimo arrivano a colpire l’1-5% dei bimbi, mentre i dati scolastici italiani sono 4-5 volte superiori alle previsioni mediche e in aumento. Si può arrivare ad un 10% di dislessici, ovvero 2 bambini su 20.”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur