Draghi: “Inaccettabile i contratti collettivi scaduti da troppo tempo”. Ma nell’elenco si dimentica di quello della scuola [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Il premier Mario Draghi, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi, dopo l’incontro con i sindacati, ha parlato anche del rinnovo dei contratti collettivi: “Il governo ha fatto molto per famiglie e imprese, abbiamo stanziato 33 miliardi di euro. Abbiamo sostenuto i redditi di milioni di italiani con un bonus di 200 euro”.

Poi aggiunge: “La contrattazione collettiva è uno dei punti di forza del nostro modello industriale, non è accettabile avere contratti scaduti da 3 o 9 anni. Dobbiamo rinnovare i contratti scaduti, come quelli del commercio e dei servizi”.

Fa sensazione che il premier Mario Draghi abbia dimenticato di sottolineare che manchi all’appello il rinnovo del contratto collettivo del personale della scuola e dell’università. L’ultimo rinnovo risale al 2018 con l’allora ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli e il premier Paolo Gentiloni.

Rinnovo contratto scuola, il 20 luglio riprende la trattativa sulla parte economica. Pacifico (Anief): “Subito 107 euro lordi al mese e 3mila euro di arretrati”

 

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro