DPEF. Fino al 2040 spesa istruzione in calo

di
ipsef

red – Nel Documento di Programmazione Economico e Finanziario, presentato giorno 13 da Tremonti, sono stati fornite le proiezioni della spesa per l’istruzione per i prossimi decenni. Secondo il documento la spesa calerà. Le cause sono da rintracciare nelle variazioni dell’andamento demografico, elaborate da Eurostat nel 2007, che prevedono un calo demografico.

red – Nel Documento di Programmazione Economico e Finanziario, presentato giorno 13 da Tremonti, sono stati fornite le proiezioni della spesa per l’istruzione per i prossimi decenni. Secondo il documento la spesa calerà. Le cause sono da rintracciare nelle variazioni dell’andamento demografico, elaborate da Eurostat nel 2007, che prevedono un calo demografico.

La spesa scenderà nel 2015 al 3,7% del PIL, nel 2020 al 3,5%, nel 2025 al 3,4%, fino al 2040.

Alla base di tale variazione, i cambiamenti demografici dovuti al calo immigratorio, al calo della fecondità delle donne e l’invecchiamento generalizzato della popolazione.

I dati non prendono in considerazione, poichè elaborati nel 2007, gli ultimi avvenimenti legati ai paesi del nord-africa e i flussi migratori che potrebbero causare.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione