Nuovo Dpcm: stato emergenza al 31 gennaio, cambia obbligo mascherina ma non a scuola. Testo in Gazzetta Ufficiale

Stampa

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 7 ottobre 2020 la delibera del Cdm con cui si proroga lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili. In GU il decreto legge 7 ottobre 2020, n. 125.

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato oggi la proroga, fino al 31 gennaio 2021, dello stato d’emergenza dichiarato in conseguenza della dichiarazione di “emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale” da parte della Organizzazione mondiale della sanità.

Dall’8 ottobre è obbligatorio di avere sempre con sé mascherine, con possibilità di prevederne l’obbligatorietà dell’utilizzo nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande.

Dall’obbligo restano esclusi:

  1. i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva;
  2. i bambini di età inferiore ai sei anni;
  3. coloro che hanno patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.

La ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina, oggi, intervistata su La7, ha rassicurato che sull’utilizzo della mascherina a scuola non ci saranno cambiamenti: in condizioni di staticità e con almeno un metro di distanza, la mascherina si può tenere abbassata.

TESTO DPCM GU

Proroga stato di emergenza 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia