DPCM 60 CFU, “nel 2000 serviva solo il diploma, nel 2024 doppia laurea e…doppia capriola con salto finale”. Il post di un docente diventa virale

WhatsApp
Telegram

Nel corso degli anni, la professione docente in Italia ha visto una trasformazione significativa in termini di qualifiche richieste. Una volta era possibile accedere alla carriera docente con un diploma magistrale; oggi, il percorso si è notevolmente complicato.

Sui social è diventato virale il post di una docente, Elda Lupo:“Insegnare nel 2000: diploma magistrale. Insegnare nel 2024: doppia laurea, colmare eventuali cfu mancanti, percorso di 60 cfu di cui 15 di tirocinio diretto e prova finale con lezione simulata, inventare nuovo metodo didattico e siccome è ancora poco, è richiesta una doppia capriola con il salto in lungo davanti al Ministro Valditara. Insomma, per dire. Oggi non basta nemmeno più la laurea”.

Nel 2000, un diploma magistrale era tutto ciò che serviva per iniziare a insegnare. Tuttavia, nel 2024, la situazione è drasticamente cambiata. Ora, è necessaria una doppia laurea, oltre a colmare eventuali crediti formativi universitari mancanti. In aggiunta, i futuri docenti devono completare un percorso di 60 CFU, di cui 15 sono dedicati al tirocinio diretto, culminante in una prova finale con una lezione simulata.

Non solo, ma si richiede anche la creazione di un nuovo metodo didattico, dimostrando un’innovazione che va oltre la tradizionale prassi pedagogica. Questa nuova richiesta sembra quasi scherzosa quando si parla di eseguire una “doppia capriola con il salto in lungo” davanti al Ministro Valditara, sottolineando l’alta barra posta davanti ai futuri educatori.

Il confronto generazionale è inevitabile. C’è una percezione comune che le generazioni precedenti potessero ottenere posizioni di rilievo con una formazione minima, come suggerito dalla frase, “voi con la terza media diventavate manager”. Oggi, non solo una, ma due lauree sembrano essere il nuovo standard minimale, una testimonianza delle crescenti aspettative e sfide che i giovani di oggi devono affrontare nella loro aspirazione a diventare docenti.

La professione docente continua a evolversi, riflettendo le crescenti esigenze di una società in cambiamento. L’alto livello di qualificazione ora richiesto evidenzia l’importanza e la complessità del ruolo dei docenti nella formazione delle future generazioni.

Elda Lupo esprime questa evoluzione in maniera chiara e pungente, mettendo in luce la crescente discrepanza tra le generazioni e le aspirazioni di chi desidera dedicarsi all’importante mestiere dell’insegnamento.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri