DPCM 60 CFU, fino a 2500 euro per i percorsi abilitanti: ci saranno agevolazioni in base all’ISEE? Alcune università stanno considerando l’idea [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Durante l’ultima puntata di Question Time, la rubrica di consulenza in onda sui canali social di Orizzonte Scuola, Sonia Cannas, sollecitata da due domande dei nostri lettori, ha affrontato il tema dei costi dei percorsi abilitanti per docenti.

È un argomento che preoccupa molti insegnanti, in particolare per quanto riguarda le tempistiche e le agevolazioni economiche. Ecco cosa è emerso dalla discussione.

Le 150 ore previste per il diritto allo studio rimangono l’agevolazione principale. Tuttavia, si pone un problema di tempistica: le domande generalmente si presentano entro il 15 novembre, mentre l’iscrizione ai percorsi abilitanti potrebbe spostarsi oltre questa data. Tuttavia, è possibile che vengano aperte nuove finestre per presentare la domanda, come è già accaduto in passato per il TFA a sostegno. Un suggerimento utile – spiega Cannas – è quello di organizzarsi con i colleghi, soprattutto per laboratori e tirocini. È inoltre in discussione la possibilità di svolgere il tirocinio nella stessa scuola in cui si è in servizio, un’opzione che in passato si è rivelata vantaggiosa.

Altra questione, riguarda i costi. Nonostante non siano previste agevolazioni economiche specifiche, alcuni Atenei stanno considerando l’idea di introdurre sconti sulla base dell’ISEE, specifica Cannas. Questo rappresenta una speranza, soprattutto per chi trova i costi dei percorsi abilitanti particolarmente gravosi.

Trattandosi di corsi universitari, chi ne usufruisce potrà pagare il percorso abilitante con il bonus 500 euro, ad esempio i docenti di ruolo e docenti con contratto al 31 agosto o con sentenza,

La formazione iniziale è essenziale nel contesto attuale, in cui il mestiere dell’insegnante è sempre più complesso. Tuttavia, la modalità scelta per riproporre questa formazione risulta essere economicamente impegnativa, creando, in pratica, una sorta di selezione basata sulla capacità economica piuttosto che sul merito.

I costi previsti

All’articolo 12 il DPCM specifica quali sono le cifre che si andranno a spendere al massimo per i percorsi.

Prima di tutto si evidenzia che i costi massimi, pari a 2.500 euro, di iscrizione ai percorsi di formazione iniziale, corrispondenti a non meno di sessanta CFU o CFA, sono posti a carico dei partecipanti,  compresi coloro che vincono il concorso ai sensi dell’art. 18 -bis , comma 1, primo periodo, del decreto legislativo.

Invece, i costi massimi, pari a euro 2.000 euro, di iscrizione ai percorsi di formazione iniziale sono posti a carico degli studenti che sono regolarmente iscritti ai corsi di studio per il conseguimento dei titoli di cui all’art. 5, commi 1 e 2, del decreto legislativo, dei vincitori del concorso di cui all’art. 13, comma 2, del decreto legislativo nonché di coloro che abbiano conseguito ventiquattro CFU o CFA entro il 31 ottobre 2022 in base al previgente ordinamento.

I costi massimi posti a carico dei partecipanti alle prove finali dei percorsi di formazione iniziale sono pari a euro 150, si legge sul DPCM.

Le risposte alle domande

(clicca sul minuto corrispondente per aprire il link alla puntata andata in onda su YouTube)

23:24 Ci sarà un’agevolazione per i lavoratori per poter fare questi percorsi?

31:52 Ci saranno agevolazioni economiche per ISEE per l’iscrizione ai percorsi abilitanti?

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 4 agosto 2023.

ALLEGATO A [PDF] PROFILO CONCLUSIVO DEL DOCENTE ABILITATOCOMPETENZE PROFESSIONALI E STANDARD PROFESSIONALI MINIMI

ALLEGATO B [PDF] LINEE GUIDA PER IL RICONOSCIMENTO DEI CREDITI

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri