Dorfles:”Avvicinare ai libri è compito degli insegnanti fin dalle elementari”

WhatsApp
Telegram

Alla sala conferenze della Biblioteca Statale “S. Crise” a Trieste, il giornalista e critico letterario Piero Dorfles, in conversazione con Juan Octavio Prenz, docente e scrittore argentino, terrà una conferenza sull'importanza della lettura e delle sue influenze nella nostra vita, in un Paese come il nostro che legge pochissimo.  La conferenza è stata organizzata dal Circolo della Cultura e delle Arti.

Alla sala conferenze della Biblioteca Statale “S. Crise” a Trieste, il giornalista e critico letterario Piero Dorfles, in conversazione con Juan Octavio Prenz, docente e scrittore argentino, terrà una conferenza sull'importanza della lettura e delle sue influenze nella nostra vita, in un Paese come il nostro che legge pochissimo.  La conferenza è stata organizzata dal Circolo della Cultura e delle Arti.

"In Italia mancano buoni divulgatori – sostiene Dorfles. Dopo Piero Angela c'è il nulla. Dobbiamo ammettere l’incapacità degli intellettuali di essere facilmente accessibili. E poi credo che in Italia si legga poco perché manca la consapevolezza di quanto sia importante leggere e sapere. E lo dico anche al fine essere cittadini a pieno titolo. Luigi Einaudi sintetizzava con “Conoscere per deliberare”. Secondo me non si tratta tanto di un problema, ma di una vera e propria colpa".

Per la lettura continua Dorfles:" Molto può essere fatto a partire dalla scuola. In primo luogo producendo una competenza negli insegnanti fin dalle elementari. Pensare a un vero e proprio avviamento alla lettura. Anche con uscite nelle biblioteche, per farle conoscere, farle usare. E poi entrando con gli studenti nelle librerie, per far prendere confidenza".

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio