Doppia laurea, verso il passaggio alla Camera: le forze politiche sperano nell’approvazione

Stampa

“La prossima settimana arriverà in aula alla Camera la proposta di legge che prevede l’abrogazione del divieto di iscrizione contemporanea a due corsi di laurea. Una volta approvato, il provvedimento consentirà a migliaia di studenti di frequentare più facoltà o master, anche presso diverse università, scuole o istituti superiori ad ordinamento speciale e istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica. Si avvia alla conclusione, dunque, un percorso iniziato due anni fa, quando avevo personalmente depositato una proposta di legge per cancellare una norma profondamente ingiusta”.

Lo dichiara il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso.

Molto positivo anche Alessandro Fusacchia, relatore per la proposta e promotore della campagna che, iniziata dai social, sta coinvolgendo ragazze e ragazzi in tutta Italia: “Lunedì prossimo arriva in Aula alla Camera dei Deputati per discussione generale la proposta di legge su doppia laurea. Dopo l’approvazione del testo già avvenuta all’unanimità in Commissione Istruzione prima dell’estate, si avvicina così sempre di più il momento in cui aboliremo questo anacronistico divieto di iscrizione contemporanea a due corsi di laurea che resiste da quasi un secolo. Questa legge darà a tantissimi giovani un’opportunità in più di immaginare liberamente il proprio percorso di studio e di vita”, dichiara l’Onorevole

“I mestieri e i lavori più interessanti del prossimo futuro richiederanno competenze diverse e trasversali. Abbiamo bisogno di università italiane pronte a rispondere alle aspettative degli studenti e del mercato del lavoro”. Fusacchia ha già illustrato la proposta di legge alla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) lo scorso 23 settembre ricordando che “anche dopo l’approvazione sarà necessario un grande lavoro in fase di attuazione. La disponibilità di ogni singolo Ateneo sarà fondamentale per facilitare le doppie iscrizioni”.

“Dopo l’approvazione alla Camera, che potrebbe avvenire già la prossima settimana, inizierò un tour in Italia presso università e scuole per presentare la legge. Serve una grande mobilitazione per assicurarci che anche il Senato la approvi in tempi rapidi e che tutto il sistema universitari la viva come una grande occasione. E serve che tanti giovani, a partire da quelli che stanno frequentando gli ultimi anni di scuola, sappiano di questa imminente nuova possibilità”, conclude Fusacchia.

“I dati dell’Istituto Nazionale di Statistica, che registrano la crescita del divario del numero di laureati italiani rispetto alla media Ue, dimostrano quanto sia fondamentale investire risorse e far progredire il nostro sistema universitario, anche rendendolo più accessibile, collegandolo maggiormente al mondo del lavoro. Il segnale di attenzione da parte sia del Governo che del Parlamento è molto forte in questa legislatura e produrrà risultati importanti, su vari fronti”, dichiara invece Manuel Tuzi, deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur