Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Dopo pensione quota 100 è possibile collaborazione con la scuola?

Pensione Quota 100 e Naspi

Un docente che accede alla pensione con la quota 100 può collaborare con la scuola? Soltanto se la collaborazione risponde ai criteri di lavoro autonomo occasionale.

Lavoro in qualità di docente fuori ruolo in un istituto comprensivo.
Il 1° settembre vado in pensione con quota 100.
Volevo sapere se successivamente alla pensione ci possa essere una forma di collaborazione con la vecchia scuola.
Grazie 

La quota 100 vieta il cumulo di redditi da pensione con quelli derivanti da lavoro autonomo o dipendente.

Sono ammessi, nella misura di 5mila euro l’anno, redditi derivanti da lavoro occasionale autonomo (senza partita IVA).

Cosa si intende per lavoro occasionale autonomo?

Il lavoro autonomo occasionale, così come si legge sul sito dell’INPS, si distingue quindi per:

  • la completa autonomia del lavoratore circa i tempi e le modalità di esecuzione del lavoro, dato il mancato potere di coordinamento del committente;
  • la mancanza del requisito della continuità, dato il carattere del tutto episodico dell’attività lavorativa;
  • il mancato inserimento funzionale del lavoratore nell’organizzazione aziendale.

Se la collaborazione che vorrebbe svolgere con la scuola rispetta queste caratteristiche allora la risposta è Si, può collaborare con la scuola anche dopo la decorrenza della pensione con quota 100, nel limite di 5mila euro di corrispettivi annui.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia