Dopo il 31 dicembre le supplenze si assegnano dalle liste del salvaprecari e fino al termine delle lezioni

di Lalla
ipsef

red – Aveva destato un po’ di scalpore la nota dell’Ambito territoriale di Forlì che il 10 gennaio aveva dato disposizione alle scuole di nominare, esaurite le operazioni di propria competenza, dalle Graduatorie di istituto, di fatto eludendo il provvedimento salvaprecari, da utilizzare in via prioritaria. Grazie ai docenti, che hanno allertato le organizzazioni sindacali locali, fatto conoscere il problema tramite Orizzonte Scuola, e ottenuto una risposta dal ministero, l’Ambito Territoriale ha emanato una nuova nota in cui afferma con correttezza la procedura da seguire per l’assegnazione delle supplenze.

red – Aveva destato un po’ di scalpore la nota dell’Ambito territoriale di Forlì che il 10 gennaio aveva dato disposizione alle scuole di nominare, esaurite le operazioni di propria competenza, dalle Graduatorie di istituto, di fatto eludendo il provvedimento salvaprecari, da utilizzare in via prioritaria. Grazie ai docenti, che hanno allertato le organizzazioni sindacali locali, fatto conoscere il problema tramite Orizzonte Scuola, e ottenuto una risposta dal ministero, l’Ambito Territoriale ha emanato una nuova nota in cui afferma con correttezza la procedura da seguire per l’assegnazione delle supplenze.

In data 10 gennaio il documento dell’Ambito Territoriale di Forlì-Cesena contenente il calendario delle operazioni, concludeva: “Per la copertura dei posti resisi disponibili dopo il 31/12/2010, i Dirigenti Scolastici provvederanno, ai sensi dell’art, 7 del D.M. n. 131 del  13/06/2007, utilizzando le rispettive graduatorie di istituto.”

Dopo l‘intervento su Orizzonte Scuola, i docenti hanno interessato sindacati locali e ministero, chiedendo se una “supplenza temporanea” dopo il 31/12 di ogni anno scolastico, debba essere assegnata dalle liste salva precari, con priorità assoluta rispetto alle graduatorie d’istituto, e se avessero ricevuto richiesta di chiarimenti da parte dell’UST di Forlì.

La risposta giunge dal Dirigente del MIUR Bianca Artigliere: “Non risulta alcuna comunicazione, a questo ufficio, circa la questione rappresentata. Si condivide, comunque, che la supplenza sia da assegnare alle graduatorie prioritarie .”

Il 1° febbraio l’UST di Forlì pubblica quindi il ravvedimento, in cui conferma l’utilizzo in via prioritaria delle liste del salvaprecari per le supplenze temporanee.

Due le particolarità da sottolineare:

le organizzazioni sindacali si sono allertate su richiesta dei docenti (non entriamo nel merito sulla correttezza o meno di questo)

dopo due anni di utilizzo del Salvaprecari esiste ancora incertezza normativa, causata dalla mancanza di un regolamento apposito, come se si dovesse agire in continua emergenza.

Versione stampabile
anief
soloformazione