Donne e STEM: perché è importante scegliere facoltà scientifiche, orientamento in classe con testimonianze di scienziate affermate in Italia e all’estero

Stampa

Scegliere una facoltà scientifica è una grande opportunità per se stessi e per il bene del sistema paese. In Italia, ancora oggi, il divario di genere nelle materie STEM è molto elevato, nonostante qualche piccolo passo avanti degli ultimi anni. E’ importante, allora, condividere la testimonianza diretta di donne scienziate che lavorano in Italia e all’estero in ambiti differenti e riflettere insieme sull’importanza dell’Obiettivo 5 dell’Agenda 2030: “Raggiungere l’uguaglianza di genere e l’autodeterminazione di tutte le donne e ragazze.”

Questo appuntamento sarà utile ai fini dell’orientamento e metterà in evidenza le potenzialità professionali offerte a laureate e laureati nelle facoltà scientifiche.

De Agostini Scuola il 26 marzo alle ore 11:00 ha organizzato l’evento speciale *Donne e STEM: perché è importante scegliere facoltà scientifiche*, all’interno del programma del festival La Scuola è.

Iscriviti subito: http://bit.ly/donne_STEM

Serena Giacomin, fisica dell’atmosfera, presidente dell’Italian Climate Network, insieme a Luca Perri, astrofisico, noto divulgatore scientifico dialogheranno con:

Anna Grassellino, ingegnere elettronico, scelta per guidare al Fermilab di Chicago il team che realizzerà il computer quantistico più grande al mondo;

– Alessandra Sciutti, ricercatrice responsabile del Laboratorio di Robotica Cognitiva e Interazione dell’IIT-Istituto Italiano di Tecnologia dove studia come un robot interagisce con un essere umano;

– Cristina Scielzo, responsabile del laboratorio di Biologia delle cellule B maligne e modellazione 3D dell’Ospedale San Raffaele di Milano;

– Raffaella Di Micco, capo del laboratorio di Senescenza cellulare all’Istituto Telethon del San Raffaele di Milano dove studia le cellule staminali, in particolare quelle del sangue per sviluppare terapie geniche.

Iscriviti all’evento, scarica la cartolina e invita le tue studentesse e i tuoi studenti a seguire la diretta su YouTube: http://bit.ly/donne_STEM

Stampa