Coronavirus, Donazzan ad Azzolina: messaggio diseducativo a studenti e docenti che si impegnano nella didattica a distanza

L’assessore all’Istruzione del Veneto, Elena Donazzan, e la collega piemontese Elena Chiorino, attaccano la Ministra dell’istruzione Lucia Azzolina.

In grave ritardo nell’incontrare le Regioni, in assoluto anticipo nelle dichiarazioni improvvide sul non ritorno a scuola: il Ministro Azzolina sbaglia tempi e contenuti – affermano Elena Donazzan e Elena Chiorino –  si torni a leggere la Costituzione laddove, nel Titolo V, si richiama ad una potestà concorrente con le Regioni per questa materia, in particolare sul calendario scolastico”.

Il problema più grave – continuano – è il messaggio altamente diseducativo che il Ministro sta dando agli studenti italiani ed ai docenti che tanto si stanno impegnando nella difficile didattica a distanza. Azzolina, lasciando intendere in questi giorni ovvero all’inizio di aprile che non si rientrerà a scuola, dice sostanzialmente che non serve studiare né impegnarsi”. “I nostalgici del ‘68 e del 6 politico sono sempre in agguato, non consci dei gravi danni arrecati all’Italia” concludono Donazzan e Chiorino.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia