Domani DDL riforma arriva in aula, approvazione definitiva entro giovedì. Ma lo scontro sarà permanente. Al momento nessuna fiducia

WhatsApp
Telegram

Tra mile polemiche e proteste, domani arriverà in aula per l'approvazione definitiva il DDL di riforma della scuola.

Tra mile polemiche e proteste, domani arriverà in aula per l'approvazione definitiva il DDL di riforma della scuola.

Per il momento non si hanno notizie della volontà del Governo di porre la fiducia sul provvedimento come invece avvenuto al Senato.

La motivazione è semplice, la maggioranza ha i numeri e la minoranza del Partito Democratico, critica nei confronti del testo, non ha mostrato segni di belligeranza.

L'approvazione, quindi, avverrà senza contraccolpi, tutto come copione, ma gli insegnanti e le organizzazioni sindacali non rinunceranno a protestare.

Tutte le sigle sindacali saranno giorno 7 luglio davanti alla Camera per dimostrare il loro dissenso nei confronti di una riforma che, a dir loro, meritava di essere condivisa maggioramente.

Le opposizioni saranno a fianco dei docenti in piazza e il Movimento 5 stelle ha permesso ad una rappresentanza cospicua di insegnanti di entrare nel palazzo durante la discussione.

Gruppi spontanei di docenti, inoltre, si stanno organizzando sul web, attraverso i Social, per raggiungere la Capitale e porre d'assedio, simbolico, la Camera.

Tutto ciò, però, non basta ai docenti che promettono uno scontro permanente per boicottare la riforma della scuola subito dopo l'approvazione.

Intanto, la parola passa all'aula e alla piazza.

Tutto sulla Buona Scuola

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur