Domani al via la #Maturità2018 con la prova di Italiano

di redazione
ipsef

item-thumbnail

MIUR – Maturità 2018 ai nastri di partenza.

Domani, mercoledì 20 giugno, gli Esami prendono il via per oltre 500.000 studenti e studentesse con la prova di Italiano. Appuntamento alle 8.30 con l’apertura del plico telematico. La password per accedere alle tracce sarà pubblicata sul sito del Ministero, www.miur.gov.it, e sui profili social.

Durante il primo giorno di prove, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, sarà nelle Marche dove visiterà l’Ateneo di Macerata, incontrando i rettori delle Università della Regione. A seguire, il Ministro si recherà nell’Istituto “Filelfo” di Tolentino. Obiettivo della visita è sottolineare il ruolo chiave che Scuola e Università hanno avuto nella ripartenza post terremoto. “In questi territori il sistema di istruzione e formazione ha dato prova di grande efficienza e capacità di reazione – sottolinea il Ministro -. Andremo lì dove gli Esami sono più ‘difficili’, per essere vicini ai ragazzi e per dire grazie a tutti coloro che si impegnano ogni giorno nelle Istituzioni scolastiche e nelle Università per far sì che i nostri giovani possano continuare a formarsi e prepararsi al meglio”.

I numeri della #Maturità2018

Le commissioni coinvolte quest’anno sono 12.865, per un totale di 25.606  classi. I candidati iscritti all’Esame sono 509.307, di cui 492.698 interni.

Secondo le prime rilevazioni del MIUR, il tasso di ammissione all’Esame è del 96,1% (vedere tabella).

La prima prova scritta, Italiano, avrà inizio domani alle ore 8.30. La seconda prova è in calendario giovedì 21 giugno, sempre dalle ore 8.30. La terza prova, predisposta da ciascuna commissione, è in calendario lunedì 25 giugno, a partire dalle ore 8.30. La quarta prova, che si effettua nei Licei e negli Istituti tecnici presso i quali sono presenti i progetti di doppio diploma italo-francese Esabac ed Esabac Techno e nei Licei con sezioni ad opzione internazionale spagnola, tedesca e cinese, è programmata per giovedì 28 giugno alle 8.30. I candidati per gli indirizzi di studio Esabac sono 7.688, tutti interni, seguiti da 283 commissioni. Per gli indirizzi di studio Esabac Techno, i candidati sono 327, tutti interni, seguiti da 20 commissioni.

Niente tablet né cellulari

Nei giorni delle prove scritte, è confermato il divieto tassativo per i candidati di utilizzare cellulari, smartphone, PC e qualsiasi altra apparecchiatura elettronica in grado di accedere alla rete o riprodurre file e immagini, pena l’esclusione dall’Esame. Dallo scorso anno, come ricordato anche nell’Ordinanza ministeriale del 2 maggio, vengono fornite indicazioni sull’uso delle calcolatrici scientifiche e/o grafiche nella seconda prova. Quelle ammissibili sono state rese note con una circolare di marzo. Chi vorrà usarle dovrà consegnarle il giorno della prima prova scritta per consentire alla commissione d’Esame i necessari controlli.

Il tasso di ammessi per Regione (tabella)

 

Regione Non
ammessi
ammessi totale
ABRUZZO 3,3 96,7 100
BASILICATA 2,1 97,9 100
CALABRIA 3,0 97,0 100
CAMPANIA 2,6 97,4 100
EMILIA ROMAGNA 4,1 95,9 100
FRIULI VENEZIA GIULIA 3,9 96,1 100
LAZIO 4,1 95,9 100
LIGURIA 6,1 93,9 100
LOMBARDIA 4,5 95,5 100
MARCHE 3,2 96,8 100
MOLISE 2,5 97,5 100
PIEMONTE 4,5 95,5 100
PUGLIA 3,7 96,3 100
SARDEGNA 8,5 91,5 100
SICILIA 3,8 96,2 100
TOSCANA 4,3 95,7 100
TRENTINO-ALTO ADIGE 4,1 95,9 100
UMBRIA 3,1 96,9 100
VENETO 3,1 96,9 100
ITALIA 3,9 96,1 100
NB: il dato si riferisce all’esito dello scrutinio per  469.698 candidati
Versione stampabile
anief anief
soloformazione