Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Domanda part time entro il 15 marzo, potrebbe essere respinta?

Stampa

Il personale ATA, docente ed educativo assunto a tempo indeterminato ha la facoltà di richiedere la trasformazione del rapporto di lavoro da full a part time, scegliendo tra le opzioni part time orizzontale, verticale, ciclico. La domanda deve essere presentata al Dirigente Scolastico della scuola di titolarità entro il 15 marzo. Potrebbe non essere accettata?

Condizioni per accettare la domanda

Innanzitutto la concessione del part time è subordinata al limite del 25% della dotazione organica complessiva a livello provinciale, di personale a tempo pieno di ciascuna classe di concorso o posti o di ciascun ruolo.

Quindi se per la propria classe di concorso o profilo professionale tale percentuale è già satura, non possono essere accolte nuove domande.

Inoltre l’art. 73 del decreto legge n. 112 del 25/06/2008 convertito in legge n. 133 del 06/08/2008, successivo alla sottoscrizione del CCNL 29/11/2007, ha modificato il regime giuridico del part time nel senso che la sua concessione non è automatica ma è subordinata ad una valutazione discrezionale dell’amministrazione di appartenenza, conseguentemente il Dirigente Scolastico ha la facoltà di rigettare l’istanza in caso di pregiudizio alla funzionalità complessiva della scuola.

Indicazioni più puntuali sono contenute nella circolare n. 9 del 30/06/2011 della Presidenza del Consiglio dei Ministri -Dipartimento della Funzione Pubblica -Ufficio personale, laddove si precisa “Pertanto, in presenza del posto nel contingente e in mancanza di tali condizioni preclusive (che riguardano il perseguimento dell’interesse istituzionale e il buon funzionamento dell’amministrazione) il dipendente è titolare di un interesse tutelato alla trasformazione del rapporto, ferma restando la valutazione da parte dell’amministrazione relativamente alla congruità del regime orario e alla collocazione temporale della prestazione lavorativa proposti.”

Domanda respinta

Il Dirigente Scolastico che si trovi a dover respingere una richiesta di part time deve indicare in modo chiaro e dettagliato le motivazioni. In primis per permettergli eventualmente di ripresentare nuova istanza con diverse modalità, nonché per tutelare l’Amministrazione in caso di contenzioso da parte dell’interessato.

Scelta domande in caso di esubero

Alcuni Uffici Scolastici indicano quali sono i criteri di scelta delle domande rispetto ai posti disponibili, in caso di esubero

  1. Precedenze di cui all’art 3 dell’O.M.446/97

2. Maggiore anzianità di servizio

3. età anagrafica

Docente e ATA in part time verticale: quanti giorni al mese spettano per legge 104

Part time docenti e ATA, domanda entro il 15 marzo. Modelli di domanda

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 150€! Entro il 22/04…