Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Domanda Naspi: perchè è stata rifiutata se l’ho presentata entro i termini?

Stampa
Pensione Quota 100 e Naspi

Perchè la domanda Naspi viene rifiutata se presentata entro i termini? Attenzione ai nuovi contratti di lavoro.

Buongiorno,

volevo chiedervi cortesemente una consulenza in merito ad una risposta dell’INPS per una domanda NASPI rifiuta/annullata

Mia moglie (maestra scuola privata), ha cessato il contratto di lavoro a tempo determinato il 31/07/2020, abbiamo presentato la domanda di NASPI il 02/09/2020, quindi ben dentro i 68gg che indica il decreto, poi  ringraziando il cielo il 26/08/2020 è stata richiamata dalla stessa scuola per un altro contratto di lavoro fino al 31/07/2021.

In pratica INPS mi risponde che la domanda non può essere accolta perché non fatta negli 8gg successivi alla cessazione del contratto, e avendola fatta il 02/09/2020 ciò mentre avevo già un nuovo lavoro non spetta nulla.

Potete cortesemente indicarmi se è davvero così, sinceramente ho sentito anche altri colleghi INPS e mi hanno detto che non è vera risposta che mi hanno dato.

Vorrei cortesemente un vostro parere su quanto sta succedendo.

La normativa che regola la Naspi prevede che l’indennità di disoccupazione spetta a decorrete dall’ottavo giorno dalla cessazione del rapporto di lavoro nel caso la domanda stessa venga presentata entro l’ottavo giorno dal termine del lavoro.

Nel caso la domanda venga presentata entro i 68 giorni previsti (che per il 2020, causa COVID sono stati innalzati a 128 giorni) l’indennità di disoccupazione spetta a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda.

Nel caso di sua moglie, quindi, avendo presentato domanda di disoccupazione il giorno 2 settembre 2020, la decorrenza del trattamento sarebbe dovuta scattare a partire dal giorno successivo, il 3 settembre quando sua moglie aveva già un nuovo contratto di lavoro che fa decadere la Naspi essendo più lungo di 6 mesi.

Se la domanda fosse stata presentata entro l’8 agosto, invece, l’indennità di disoccupazione sarebbe spettata dall’8 agosto al 31 agosto.

Lei ha, quindi, perfettamente ragione a dire che la domanda è stata presentata entro i termini dei 68 (128) giorni, ma ha ragione anche l’INPS a sostenere che la stessa è stata presentata quando sua moglie aveva già un contratto in corso.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì