Domanda mobilità docenti e ATA, novità: da quest’anno non è più richiesto il codice personale

Pubblicate le ordinanze n. 36 e n. 38 dell’1 marzo 2023 sulla mobilità del personale docente, educativo, ATA e insegnanti di religione cattolica. Pubblicata altresì la circolare ministeriale del 2 marzo. Le operazioni avranno inizio il 6 marzo con l’avvio delle domande del personale docente. Quest’anno non ci sarà bisogno del codice personale: è una delle novità evidenziate nella nota n. 14840.

Le domande, a esclusione dei docenti di religione cattolica, si presenta sul sito Polis Istanze on line. Per accedere è necessario essere in possesso di una identità SPID/CIE.

Il servizio Istanze on line richiede il possesso di un’abilitazione per accedere al servizio: per ottenerla l’utente deve seguire le indicazioni presenti nella sezione “Istruzioni per l’accesso al servizio”.

A partire da quest’anno per confermare l’inoltro/annullamento dell’inoltro, nonché la cancellazione delle istanze e il caricamento degli allegati nell’omonima funzionalità di gestione, non sarà più richiesto l’inserimento del codice personale, ossia il codice alfanumerico acquisito nella fase di registrazione al Portale Istanze on line.

Riepilogo date

Leggi anche  Mobilità docenti e ATA 2023, ecco le Ordinanze (scarica PDF). Aggiornato con la circolare del Ministero

Exit mobile version