Domanda mobilità 2019/20, quali dati personali devo inserire obbligatoriamente

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

I docenti che intendono partecipare alla mobilità per il prossimo anno scolastico dovranno compilare il modulo domanda specifico per il movimento richiesto.

La compilazione potrà essere online o cartacea

Diverse domande, diversi moduli da compilare

I docenti che intendono chiedere contemporaneamente il trasferimento ed il passaggio sono tenuti a presentare una domanda per il trasferimento e tante domande quanti sono i passaggi richiesti. Le domande di passaggio di ruolo possono essere presentate per un solo ruolo.

È possibile chiedere il passaggio di cattedra per diverse classi di concorso per le quali il docente è in possesso della specifica abilitazione. In questo caso dovranno essere compilate tante domande quante sono le classi di concorso richieste.

Lo stesso è valido per il passaggio di ruolo, ribadendo, in ogni caso, che questo movimento può essere chiesto per un solo grado di istruzione, all’interno del quale possono essere chieste diverse classi di concorso per le quali il docente possiede l’abilitazione. Anche in questo caso dovranno essere presentare tante domande quante sono le classi di concorso richieste

Dati obbligatori presenti nei moduli online e da inserire in quelli cartacei

In tutti i moduli domanda che il docente compilerà, sia online nella piattaforma ministeriale IstanzeOnLine, sia cartacea per il docente che rientra in una delle categorie tenute a presentare domanda di mobilità in questa forma, devono essere inseriti dei dati che sono obbligatori.

Su IstanzeOnLine questi dati sono già inseriti nei moduli domanda e rappresentano per ciascun docente una parte pre-compilata del modulo, che potranno visionare dopo essere entrati nella piattaforma con le credenziali personali.

Si tratta dei seguenti dati inseriti nella sezione “Dati anagrafici e titolarità”:

1- nome e cognome dell’interessato.

Per le donne coniugate l’indicazione riguarderà esclusivamente il cognome di nascita

2- sesso

3- codice fiscale

4- data di nascita

5- comune di nascita

6- provincia di nascita

7- la scuola di titolarità o la provincia

Per i docenti con titolarità su ambito nel corrente anno scolastico, l’indicazione riguarderà la scuola di incarico, che diventa sede di titolarità con decorrenza 1 settembre 2019

Per i docenti che non hanno ottenuto una sede di titolarità a seguito dei movimenti dell’anno scolastico 2018/19 (art. 2 comma 4 del CCNI 2019) l’indicazione riguarderà la provincia di assunzione

Per i docenti titolari sui posti per l’istruzione degli adulti l’indicazione nello spazio riservato

all’unità scolastica di titolarità (codice e la dizione in chiaro) riguarderà il centro territoriale compreso

nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti ai sensi di quanto disposto dal D.P.R. 29 ottobre 2012 n. 263.

8- la classe di concorso di titolarità per i docenti delle scuole o istituti di istruzione secondaria

Per l’indicazione della classe di concorso il riferimento è il D.P.R. 19 del 14 febbraio 2016 e successive integrazioni e modifiche secondo la tabella di confluenza sintetica che verrà pubblicata nell’apposita sezione “Mobilità” del sito del MIUR

9- la tipologia di posto di titolarità (normale o sostegno)

Il docente che compilerà la domanda in forma cartacea sarà tenuto, quindi, alla compilazione di questa parte del modulo con l’inserimento di tutti i dati richiesti senza alcuna omissione.

Guida alla compilazione

Per i docenti interessati OrizzonteScuola mette a disposizione una guida dettagliata che fornisce loro un aiuto, passo per passo, nella compilazione del modulo domanda

Scarica il vademecum mobilità 2019

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione