Domanda di Messa a disposizione: come, quando e perché….

Stampa

OS.it consiglia "Messa a disposizione" –  La domanda di Messa a disposizione (MAD) è uno strumento previsto dalla normativa del mondo scuola per poter candidarsi per supplenze a posti vacanti in tutte le scuole Italiane.

OS.it consiglia "Messa a disposizione" –  La domanda di Messa a disposizione (MAD) è uno strumento previsto dalla normativa del mondo scuola per poter candidarsi per supplenze a posti vacanti in tutte le scuole Italiane.

Nonostante sia in realtà un mezzo di segnalazione informale, dunque non sono previste specifiche indicazioni sulla sua redazione, è consigliabile definire la domanda in modo professionale e completa. Le informazioni da inserire sono: i titoli di accesso, altri titoli di studio, culturali e professionali, titoli di servizio ed infine titoli di preferenza.

Ogni elemento legato alla propria esperienza o al proprio curriculum formativo deve riportare indicazioni precise, su date luoghi e punteggi.

Il documento deve essere inviato alla scuola sede di dirigente scolastico e non indistintamente a qualsiasi scuola. Inoltre è importante personalizzare il documento per ciascuna scuola intestandola e riportando anche eventualmente le sedi associate. L’invio di un documento generico potrebbe essere poco professionale.

La start up Scuola web italia rende disponibile lo strumento , MAD On Line, che permette la predisposizione con pochi click delle mad per tutte le scuole italiane, è un servizio a pagamento il cui canone per l’A.S. 2016/2017 non supera le 30€. E’ lo strumento adaatto a chi vuole provare ad inviare la mad a tante scuole, inoltre per chi ha una pec, offre il servizio opzionale di spedizione automatica che permetto l’invio simultaneo alle scuole con un click. Clicca qui per iscriverti www.messa-a-dispodizione.it

Molti impiegano tempo per cercare scuole che nell’anno passato hanno assegnato MAD su posto vacante, potrebbe non essere la tattica giusta perché probabilmente saranno scuole oggetto di tante MAD. La cosa più interessante invece è procedere ad un invio indistinto a tutte le scuole di una propria area di interesse aumentando le proprie probabilità di convocazione e scovando nuove esigenze di scuole che necessitano di posti da ricoprire, ed a questo scopo si rende molto utile la piattaforma MAD OnLine che con pochi click permette di raggiungere un’intera regione.

Un elemento molto importante è anche scegliere il momento adatto per spedire una MAD ci sono varie teorie in merito, gli esperti del settore scuola di Scuola Web Italia, consigliano di spedire entro il 20 Agosto, per non precludersi scuole che emettono bandi, di solito con scadenza tra il 12 ed il 20 di agosto.

Ci sono molti motivi per cui presentare una mad, benchè venga descritta come uno strumento a bassa percentuale di convocazione. E’ chiaro che se si pensa alle scuole del proprio territorio (città o provincia) probabilmente si ha la sensazione che non ci siano possibilità. Ma se si inizia a pensare con i grandi numeri … esistono più di 300 classi di concorso e 101 province parliamo dunque di oltre 30000 graduatorie stilate nel 2014 e valide fino al 2017 è molto facile che alcune di queste a distanza di due anni siano ormai esaurite e che dunque i dirigenti delle scuole facciano difficoltà a reperire insegnanti.

Inviare la mad è molto utile per chi vuole entrare nel momento dell’insegnamento, per chi è iscritto in graduatoria in una provincia ormai satura e non viene mai chiamato per chi per necessita della propria vita si trova a dove trasferirsi in un'altra zona d’Italia e vuole provare a cercare supplenze nella sua nuova destinazione.

Per chi ha dubbi, quesiti Scuola Web italia fornisce assistenza gratuita a chi vuole presentare MAD sul proprio gruppo Facebook (Accedi al gruppo ed iscriviti)

Cosa aspetti invia la tua mad in tutta italia la statistica ti darà ragione… iscriviti sulla Piattaforma MAD OnLine www.messa-a-disposizione.it

Stampa