Domanda di utilizzazione: come si compila la sez. C del modello di domanda. Per non commettere errori

di Paolo Pizzo
ipsef

item-thumbnail

L’art. 2 del CCNI sulle utilizzazioni del personale docente indica la platea destinataria delle utilizzazioni.

L’utilizzazione può essere richiesta infatti da categorie precise di personale che non sono solo i soprannumerari nell’organico di diritto o di fatto o i docenti in esubero in provincia, ma anche, per esempio, il docente non perdente posto titolare di posto comune ma in possesso del titolo di sostegno che può richiedere per un anno di essere utilizzato su quest’ultima tipologia di posto. Oppure il docente che richiede l’utilizzo sui CPIA, o ancora il docente titolare di posto comune nella scuola primaria che, in possesso del titolo, chiede di essere utilizzato su posto di lingua inlgese.

Non tutte le caselle del modello di domanda contengono però tutte queste opzioni, per tale motivo diamo delle utili indicazioni per non sbagliare a compilare il modulo della domanda.

Punteggio spettante per l’utilizzazione

Comune a tutti i modelli domanda è la casella in cui il docente dovrà riportare il punteggio con cui concorre per l’utilizzazione.
Tale punteggio corrisponde a quello della graduatoria interna di d’istituto che il docente, compreso il personale assunto in ruolo l’1/9/2017, potrà per sicurezza chiedere alla propria scuola di servizio avendo cura di aggiornarlo con:
punteggio dell’anno in corso (anno di servizio ed eventuale continuità del servizio 2017/18);
eventuali titoli valutabili nel frattempo conseguiti (sono valutabili i titoli posseduti entro il termine previsto per la presentazione delle domande).

SCUOLA DELL’INFANZIA/SCUOLA PRIMARIA/SCUOLA SECONDARIA DI I E II GRADO

La seconda casella riguarda l’art. 5 comma 8 del CCNI.

Docente che, a seguito della riduzione del numero delle classi in organico di fatto, venga a trovarsi in situazioni di soprannumero totale o parziale, ivi compresi i docenti di sostegno con riferimento alla riduzione del numero degli alunni con disabilità, rispetto alla nuova dotazione della scuola

Nota Bene: Non si tratta del soprannumerario in organico di diritto che ha prodotta domanda condizionata negli anni precedenti (dal 2010/11) o in questo anno scolastico. Ma in organico di fatto.
L’utilizzazione può essere chiesta nell’ambito della scuola di titolarità prioritariamente su posto o frazione di posto eventualmente disponibile per la stessa classe di concorso o posto di insegnamento e, subordinatamente, su posto o frazione di posto relativo ad altro insegnamento o di sostegno per il quale siano in possesso di abilitazione o titolo di studio coerente.
In mancanza delle disponibilità sopra riportate, il predetto personale è utilizzato nella scuola per iniziative di arricchimento dell’offerta formativa.

SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO

La casella n. 3 riguarda i docenti di cui all’art. 2 comma 1 lettera a.
Docenti che risultino a qualunque titolo senza sede definitiva o soprannumerari su ambito.

SCUOLA SECONDARIA DI I E II GRADO

La casella n. 4 riguarda i docenti di cui all’art. 2 comma 1 lettera e
Docenti, appartenenti a ruoli, posti o classi di concorso in esubero, che richiedono l’utilizzazione in altri ruoli, posti o classi di concorso per cui hanno titolo, o su posti di sostegno, nell’ambito del ruolo di appartenenza, anche se privi di titolo di specializzazione, nella provincia nei limiti dell’esubero.

SCUOLA DELL’INFANZIA/SCUOLA PRIMARIA

La casella n. 3 riguarda i docenti di cui all’art. 2 comma 1 lettera g. È la casella n. 4 del I grado e la casella n. 5 del II grado.
Docente che abbia superato o stia frequentando corsi di riconversione professionale, o corsi intensivi per il conseguimento del titolo di specializzazione per l’insegnamento su posti di sostegno.

SCUOLA PRIMARIA

La casella n.4 riguarda i docenti di cui all’art. 2 comma 1 lettera f
I docenti di scuola primaria titolari su posto comune, in possesso del titolo per l’insegnamento della lingua straniera, che chiedono di essere utilizzati su posto di lingua straniera, nella scuola di titolarità o in altra scuola, nel caso in cui nella propria non vi siano posti disponibili.

SCUOLA INFANZIA (CASELLA N. 4); SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA DI I GRADO (CASELLA N 5) SCUOLA DI II GRADO (CASELLA N. 6)

Docenti appartenente a classe di concorso o posto in esubero nella provincia (o per uno degli altri casi previsti dall’art. 2 e non ricompresi nelle caselle precedenti).

Nota bene: dal momento che sia il modello cartaceo che quello su istanze online contiene tale dicitura (…o per uno degli altri casi previsti dall’art. 2 e non ricompresi nelle caselle precedenti), in questa casella rientrano tutti i casi non contemplati dalle caselle precedenti, per esempio il docente perdente posto in organico di diritto dal 2010/11 al 2017/18, oppure chi chiede utilizzazione sui CPIA o ancora il docente titolare su posto comune che richiede di essere utilizzato su posto di sostegno perché in possesso del titolo.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione