Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Domanda di pensione: quanto tempo prima va presentata?

WhatsApp
Telegram

Quando e come presentare domanda di pensione: i tempi da rispettare ed il vincolo della domanda di cessazione dal servizio.

Sia che si scelga la quota 100 che la pensione di vecchiaia il dilemma per chi deve accedere alla quiescenza è sempre lo stesso: quanto tempo prima bisogna presentare la domanda di pensione per non rischiare che la liquidazione del trattamento non coincida con la decorrenza dello stesso?

Fermo restando che anche se il primo pagamento dovesse arrivare dopo la decorrenza, spetterebbero in ogni caso i ratei dei mesi arretrati dalla decorrenza al primo pagamento, vediamo quanto tempo prima conviene presentare domanda di pensione rispondendo al quesito che ci hanno posto alcuni lettori.

Domanda di pensione

  • Buongiorno, vorrei cortesemente sapere, avendo maturato 38,5 anni di contributi ed essendo attualmente disoccupato (lavoravo nel settore privato) se potrò presentare domanda di pensione con opzione quota 100 già nel prossimo mese  di Aprile 2021 quando compirò 62 anni. Grazie

La gestione delle domande di pensione con quota 100 segue una sorta di corsia preferenziale e, solitamente, vengono liquidate in 60 giorni. Presentare domanda al compimento dei 62 anni, quindi, appare una saggia soluzione soprattutto se proviene dal settore privato e la sua finestra di attesa, di fatto, è di soli 3 mesi.

  • Devo accedere alla pensione di vecchiaia a dicembre 2021; quanto tempo prima mi consigliate di presentare la domanda?

La domanda di pensione di vecchiaia non può essere presentata con un anticipo superiore a 3 mesi rispetto alla decorrenza. Se, quindi, lei ha diritto alla decorrenza della pensione a partire dal 1 dicembre 2021, potrà inoltrare la domanda di pensione a partire dal 1 settembre 2021.

  • Sono una docente di scuola primaria, non ho presentato  le dimissioni entro il 7 dicembre per poi fare domanda di pensione. È ancora possibile? Sono ancora in tempo?

La prassi vuole che la domanda di cessazione dal servizio debba essere presentata entro le date comunicate annualmente dal MIUR e che chi non rispetta questi termini sia costretto a restare in servizio per un anno ulteriore. Anche se si volesse presentare domanda cartacea, infatti, secondo le regole quest’ultima sarebbe valida solo per l’anno scolastico successivo anche se, in questo caso, la possibilità di cessazione è demandata alla discrezionalità del dirigente scolastico. Per maggiori informazioni al riguardo rimandiamo alla scheda informativa del professor Renzo Boninsegna: DIMISSIONI SCUOLA 2021 FUORI TERMINE-TENTATIVO-ACCOGLIMENTO-CONSEGUENZE.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Eurosofia nel mese di dicembre trasmetterà tre nuovi incontri formativi gratuiti dedicati agli attori della scuola