Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Domanda di pensione, dopo quanto il primo pagamento?

WhatsApp
Telegram

Attenzione al primo pagamento della pensione, alle volte potrebbe non corrispondere con la decorrenza della stessa.

Per avere l’accredito del primo rateo di pensione è necessario attendere i tempi tecnici di lavorazione della domanda se non è stata presentata con un congruo anticipo. Ma allora, cosa accade se al momento della decorrenza non si riceve il primo pagamento della pensione? Rispondiamo ad un nostro lettore che ci scrive:

Buongiorno, ho presentato domanda x la pensione anticipata quota 100 il giorno 12/10/2021e, relative dimissioni e già concordato con l’azienda il non comporto del periodo di preavviso in presenza. Avendo 65 anni e maturato 40 di contributi mi è stato detto dall’impiegato del Caf che non devo rispettare nessuna finestra e che dal 1 novembre sarei in pensione. Vorrei sapere x cortesia riceverò il giorno 2 novembre l’accredito del relativo importo pensionistico oppure no. Nel caso quanto tempo dovrò aspettare? Premetto che ad oggi hó verificato on line sul sito Inps e mi risulta stato domanda in lavorazione e di conseguenza nessun pagamento. Grazie x l’attenzione Cordiali saluti. 

Pagamento prima pensione

Bisogna fare una differenziazione tra quando spetta il diritto alla pensione (decorrenza del trattamento) e quando, poi, viene effettuato veramente il primo pagamento. La domanda di pensione, infatti, richiede lavoro da parte dell’INPS e solitamente non bastano pochi giorni per disporre il pagamento della liquidazione della pensione.

Solitamente, per avere liquidazione e decorrenza che coincidono è necessario presentare domanda con un certo anticipo. Nel suo caso, avendo presentato domanda di pensione solo verso la metà di ottobre e avendo diritto al primo pagamento il 1 novembre la decorrenza non ha coinciso con il pagamento.

Le pensioni quota 100, pur avendo una corsia preferenziale di lavorazione, richiedono, all’incirca 60 giorni di tempo per essere lavorate. Ipotizzo, quindi, che il suo primo pagamento non avvenga prima del nuovo anno. In ogni caso quando riceverà il primo pagamento da parte dell’INPS sarà comprensivo di tutti gli arretrati a partire dal 1 novembre 2021, data di decorrenza della sua pensione.

Il CAF, infatti le ha detto il giusto, con 65 anni di età e con 40 anni di contributi non era tenuto al rispetto della finestra di attesa di 3 o 6 mesi, essendo la stessa già abbondantemente decorsa dal momento che ha centrato il requisito di accesso.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito