Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Domanda assegni al nucleo familiare: vanno inseriti i redditi del figlio maggiorenne che lavora?

Stampa
Assegni familiari il 70%

I redditi del figlio maggiorenne che lavora vanno inseriti nella domanda di assegni al nucleo familiare?

Buongiorno, avrei un quesito da porre. Sono separato legalmente ed il mio stato di famiglia è composto da me, un figlio di 22 anni ed un figlio di 16 anni.
Quesito: tenuto conto che il figlio di anni 22 lavora e percepisce un reddito, nella domanda per gli assegni familiari al quadro “ redditi conseguiti dal richiedente e dai componenti il nucleo” vanno inseriti i redditi percepiti da mio figlio convivente di 22 anni di età? Grazie

Nella domanda per gli assegni familiari va preso in considerazione soltanto il nucleo familiare ai fini ANF, e non lo Stato di famiglia. Del nucleo familiare per gli assegni al nucleo familiare fanno parte:

  • il coniuge (o parte dell’unione civile) non legalmente separato
  • figli di età inferiore ai 18 ann
  • figli maggiorenni con inabilità assoluta e permanente a proficuo lavoro (a patto che non siano coniugati)
  • figli con età compresa tra i 18 e i 21 anni, studenti o apprendisti, che appartengono ad un nucleo familiare numeroso con almeno 4 figli di età minore ai 26 anni
  • eventuali sorelle,  fratelli e nipoti (non a carico dell’ascendente) del richiedente,minori o maggiorenni (inabilità proficuo lavoro e orfani di entrambi i genitori)
  • nipoti minorenni a carico del richiedente

Come vede, quindi, i figli maggiorenni sono esclusi dal nucleo familiare ANF e quindi non vanno considerati neanche i loro eventuali redditi.

Nella domanda di ANF deve indicare come facenti parte del nucleo solo se stessa e suo figlio minore.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì