Docenti vincolati, il Coordinamento nazionale scenderà in piazza il 15 ottobre per il riconoscimento dei propri diritti

Stampa

Inviato da Comitato Nazionale Docenti Vincolati –  Settembre è agli sgoccioli e per tutti i docenti soggetti ai vincoli sulla mobilità per i neoimmessi, si è ormai riaperto un periodo grigio e difficoltoso da gestire.

Consapevole del fatto che le criticità derivanti da questa ostinazione della politica di far sconfinare la legge nel territorio di pertinenza della contrattazione sindacale, il Comitato Nazionale Docenti Vincolati non si è fermato, e sta continuando a relazionarsi su tutti i fronti con gli attori principali che ruotano attorno a questa dolente questione.

Un ruolo di primaria importanza continuano a rivestire proprio le organizzazioni sindacali, con cui il CNDV sta continuando a mantenere e a stringere dei rapporti caratterizzati dal confronto e dalla collaborazione. Il comitato, infatti, non mira tanto a porsi come un’entità alternativa ai propri interlocutori, ma più come un mediatore tra docenti vincolati, politica e sindacati.

Tale reciproca volontà di confronto si è concretizzata con una serie di riunioni che si sono svolti nelle ultime settimane, tra il comitato e le principali sigle sindacali che si occupano di scuola e che saranno a breve impegnate nella contrattazione che delineerà, tra le altre cose, le regole a cui dovrà attenersi la mobilità per il prossimo triennio.

Durante queste riunioni, la maggior parte delle quali si sono svolte direttamente con i segretari nazionali dei comparti scuola delle rispettive sigle, sono emersi dei punti fermi comuni a tutti i sindacati.

In primis tutti i sindacati ritengono che i vincoli per i neoimmessi siano non soltanto ingiusti nei confronti del personale docente, su cui l’amministrazione cerca di scaricare l’interezza delle problematiche derivanti dall’insufficiente copertura economica da parte del MEF e dalla scarsa appetibilità della professione, ma anche che tali vincoli siano al contempo inutili, quando non controproducenti, al fine di raggiungere la copertura degli organici di tutte le aree del paese che sono colpite da un’endemica carenza di personale.

In secondo luogo tutti gli esponenti delle sigle con cui il CNDV si è relazionato, ritengono che sia fondamentale delegificare tutti gli sconfinamenti delle norme legislative all’interno delle materie appartenenti alla contrattazione, non soltanto perché tale misura permetterebbe di risolvere le problematiche del personale, elemento non di secondo conto, in quanto correlato alla qualità della didattica, ma anche perché la flessibilità e la rapidità con cui la contrattazione sono un valore aggiunto, rispetto alla rigidità di una legge, che permette di far fronte alle problematiche che si presentano, nel momento stesso in cui esse si presentano, anziché a seguito di lunghe fasi di confronto parlamentare in cui spesso, come in questo caso, le varie forze politiche si fanno ostruzionismo per partito preso.

Ultimo punto, ma non meno importante, è rappresentato dalla necessità di scendere in campo. Tutte le sigle sono state concordi nella necessità in prima persona del personale, tanto su questa problematica quanto su altre, e stanno vagliando la possibilità di organizzare una giornata che servirà a portare nuovamente l’attenzione sulle problematiche irrisolte del mondo della scuola, spesso nascoste sotto il tappeto dei titoli altisonanti sulle prime pagine dei quotidiani, in cui si parla del singolo successo ottenuto, a fronte delle innumerevoli altre problematiche irrisolte.

Proprio al fine di riportare l’attenzione su questa problematica, il Comitato Nazionale Docenti Vincolati ha organizzato una manifestazione in cui una delegazione della categoria dei docenti vincolati esprimerà il proprio dissenso alle porte del ministero dell’istruzione che si svolgerà, per l’appunto, a Roma in Viale di Trastevere, 76/A alle ore 14:00 del 15 ottobre 2021, e a cui parteciperanno anche i principali esponenti delle sigle sindacali.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!