Docenti trasferiti fuori provincia di residenza: una proposta di buon senso. Lettera

WhatsApp
Telegram

Gentile Redazione, giorno 22 avete pubblicato i tempi di assegnazione alle sedi. Se tutto andrà come previsto, le ultime sedi della secondaria verranno assegnate tra il 28 e il 30 agosto, con qualche possibile sforamento al 31.

Gentile Redazione, giorno 22 avete pubblicato i tempi di assegnazione alle sedi. Se tutto andrà come previsto, le ultime sedi della secondaria verranno assegnate tra il 28 e il 30 agosto, con qualche possibile sforamento al 31. Molti docenti dovranno prendere servizio il giorno successivo, 1 settembre; molti di noi dovranno trasferirsi in fretta e furia. E' vero che anche in tempi recenti diverse volte la sede di servizio si veniva a conoscere nelle 24 ore precedenti. Però questo succedeva per i neoimmessi in ruolo e per le assegnazioni provvisorie/utilizzazioni, mentre i risultati della mobilità ordinaria erano conosciuti da tempo; e comunque bisogna considerare che quasi sempre si trattava di muoversi all'interno della stessa provincia di residenza. 
Anche se si conosce da tempo l'ambito a cui si è stati assegnati, non bisogna trascurare un aspetto molto importante che finora non è per nulla emerso: noi docenti della secondaria dal 24-25 agosto in poi saremo in servizio nella scuola di attuale titolarità. Sono previste attività programmate, prove di verifica dei debiti formativi, scritte e orali, e soprattutto gli scrutini degli alunni con giudizio sospeso (ricordo che gli scrutini vanno svolti con la modalità del "collegio perfetto"). Alcuni di noi hanno attività calendarizzate il 30 e il 31 agosto. Io ad esempio ho scrutini proprio nel pomeriggio del 31 agosto. Non è molto agevole, forse in certi casi nemmeno praticabile, prendere servizio a mille chilometri di distanza giorno 1 settembre alle ore 8 del mattino…  

In ultimo, ma non ultimo per importanza, è necessario evidenziare che alcuni di questi docenti sono in attesa di decreti di assegnazione provvisoria, che, ormai sembra quasi certo, saranno resi pubblici a settembre inoltrato. Ovviamente questo ritardo non è stato causato dagli insegnanti, ma dalla pubblica amministrazione. E' dovere del Miur far conoscere la sede di servizio per tempo, e comunque entro il 31 agosto come da buona prassi, e ciò comprende anche le procedure relative ad assegnazioni provvisorie e utilizzazioni. Non si comprende perché dovrebbe subire il dipendente i disagi dovuti alle difficoltà d gestione dell'Amministrazione.
A questo punto due proposte di buon senso:
– visto che già è stata programmata una data differita per l'assunzione in servizio dei neoimmessi in ruolo (15 settembre); vista la straordinarietà dei movimenti relativi alla mobilità di quest'anno, si differisca anche la data per tutti i docenti trasferiti fuori provincia, anche solo di qualche giorno.
– si accolga la proposta della Uil scuola, relativa ai docenti che hanno chiesto assegnazione provvisoria: si differisca la data della presa di servizio al giorno di ricezione dei decreti di assegnazione.  A che serve far prendere servizio, in certi casi per un solo giorno, compiendo fondamentalmente una formalità, a centinaia di chilometri da casa, con dispendio di risorse economiche e disagi, lavoro inutile delle segreterie che dovrà essere sottoposto a rettifica qualche giorno dopo? E poi per quale motivo? Per una mancata corretta organizzazione da parte del Miur, che  non riesce a chiudere tutti i movimento entro il 31 agosto come dovrebbe essere di norma? Nelle more, i docenti potrebbero svolgere il loro servizio nella sede di precedente titolarità.
 
Credo che non sia impossibile dare seguito a quanto scritto sopra. In fondo basta una circolare di poche righe chiarificatrici. Così facendo, al di là delle polemiche infuocate sulla mobilità di quest'anno, il Miur paleserebbe interesse reale per i disagi dei propri dipendenti, dimostrando almeno una volta che un patto di lealtà e di collaborazione tra docenti e amministrazione è possibile e che certi paletti "burocratici", se c'è volontà, non sono così insormontabili.
Distinti saluti
Prof.ssa Daniela Di Bernardo
titolare sostegno superiori di Messina.  

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro