Docenti di Terza Fascia delle Graduatorie di istituto: noi esistiamo! Lettera

Stampa

Gentilissimo Onorevole, Le segnalo la gravissima situazione che stiamo vivendo noi insegnanti di Terza Fascia, destinati a essere espulsi dal mondo della scuola e rimanere senza occupazione.

Gentilissimo Onorevole, Le segnalo la gravissima situazione che stiamo vivendo noi insegnanti di Terza Fascia, destinati a essere espulsi dal mondo della scuola e rimanere senza occupazione.

Siamo anche noi docenti, da anni diamo il nostro contributo alla scuola pubblica italiana, non possiamo essere trattati d'un tratto come un peso da scaricare! Abbiamo svolto il nostro lavoro per anni e ora lo Stato, per il quale abbiamo prestato servizio, ci lascia sulla strada… non ci siamo e non possiamo accettare tutto questo, abbiamo famiglia, figli, genitori, ma soprattutto abbiamo diritti, a partire da quanto sancito dalla nostra Costituzione, ovvero il rispetto per il nostro LAVORO.

I percorsi abilitanti proposti dal ministero sono una regressione per la formazione del docente di Terza Fascia, vanificando quanto fatto in anni di servizio. Un tirocinio svolto sul campo non ha il valore di quanto proposto in un TFA? Dobbiamo ripartire da zero come i giovani neo laureati? Il ministero continua a essere sordo alle grida di migliaia di docenti di terza fascia, che chiedono di diritto accessi preferenziali ai percorsi abilitanti o l'indizione di nuovi Percorsi Abilitanti Speciali, come avvenuto in passato. A noi è stata del tutto preclusa la possibilità di partecipare al concorso docenti 2016, perché mancanti, secondo la legge, di un requisito fondamentale: l'abilitazione. Un vero controsenso, perché gli stessi insegnanti di terza fascia, per anni e senza abilitazione, hanno svolto quello che è possibile considerare un lungo tirocinio nel mondo della scuola e si sono assunti ogni responsabilità civile e penale al pari degli altri insegnanti, abilitandosi tacitamente sul campo.

L'Associazione Docenti per i Diritti dei Lavoratori è un'associazione nazionale di insegnanti della Terza Fascia delle Graduatorie d'Istituto , costituitasi per la difesa del diritto al lavoro e per la salvaguardia della scuola pubblica. Le proposte che l'Associazione porterà avanti in ogni sede e con ferma decisione è la seguente:

1) I docenti che hanno conseguito 36 mesi di servizio devono essere automaticamente abilitati ai sensi e per gli effetti della direttiva comunitaria 2006/36/CE.

2) deve essere garantito l'accesso a un percorso abilitante senza preselezione, come per il precedente PAS, per i docenti con 360 giorni di servizio, come da sentenza n. 2750/15 del Consiglio di Stato.

3) Indizione di un concorso pubblico aperto a tutti i laureati idonei all'insegnamento, da bandire successivamente all'assegnazione dei posti attualmente disponibili.

4) Mantenimento della Terza Fascia delle graduatorie di Istituto per l'assegnazione delle supplenze brevi.

In mancanza di risposte concrete, l'Associazione inizierà una battaglia legale per il riconoscimento dello status di docenti abilitati, chiedendo in alternativa l'annullamento di tutti gli atti pubblici sottoscritti durante il servizio, scrutini ed esami di stato compresi.

    Ringrazio e confido in un suo interessamento e in una fattiva risposta.

            Sebastiano Sandri

            Recoaro Terme (VI) 

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese