Docenti supplenti: qual è la differenza tra GPS e graduatorie di istituto. Quando ci si iscrive, quante domande bisogna presentare

WhatsApp
Telegram

Graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze: è attesa nelle prossime settimane l’Ordinanza per il biennio 2024/26. Previsto sia l’aggiornamento per gli aspiranti già inseriti, sia nuovi inserimenti. E’ possibile scegliere una sola provincia, che sarà valida per il biennio di vigenza degli elenchi. Probabilmente il Ministero rilascerà una applicazione per il controllo di quanti aspiranti si erano inseriti nella provincia di nostro interesse nel biennio precedente.

Nel corso del question time con la sindacalista Chiara Cozzetto della segreteria nazionale ANIEF  è stato posto il quesito

Qual è la differenza tra GPS e graduatorie d’istituto?

La risposta della sindacalista

Le GPS sono graduatorie a livello provinciale per le supplenze al 31 agosto o al 30 giugno, mentre le graduatorie d’istituto sono organizzate a livello di singola istituzione scolastica per supplenze temporanee, che possono variare da pochi giorni a diversi mesi, comprese quelle fino al termine delle lezioni.

GPS e graduatorie di istituto: domanda va presentata in primavera

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito pubblicherà una specifica ordinanza per disciplinare la costituzione delle GPS e delle graduatorie di istituto.

Con questa domanda l’aspirante richiede

  • inserimento/aggiornamento prima o seconda fascia GPS, a seconda dei titoli in possesso e della possibilità di inserimento con riserva
  • un’unica provincia di inserimento
  • venti scuole per ogni classe di concorso nelle cui graduatorie di istituto comparire ai fini delle supplenze, nella provincia scelta

Dalle GPS sono attribuite

a) supplenze al 31 agosto. Vengono definite annuali per la copertura delle cattedre e posti d’insegnamento, su posto comune o di sostegno, vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre e che rimangano presumibilmente tali per tutto l’anno scolastico
b) supplenze temporanee al 30 giugno, cioè sino al termine delle attività didattiche per la copertura di cattedre e posti d’insegnamento su posto comune o di sostegno. Sono posti non vacanti ma di fatto disponibili, resisi tali entro la data del 31 dicembre e fino al termine dell’anno scolastico e per le ore di insegnamento che non concorrano a costituire cattedre o posti orario.

Dalle graduatorie di istituto sono attribuite

a) eventuali supplenze al 31 agosto /30 giugno non attribuite da GPS per mancanza di aspiranti in graduatoria (o perchè non hanno trovato posto per il modo in cui funziona l’algoritmo)
b) tutte le supplenze temporanee, gestite dai Dirigenti Scolastici quando si verifica l’assenza del titolare. Possono essere supplenze di pochi giorni, ma anche di mesi fino a max l’ultimo giorno di scuola stabilito dal calendario regionale.

Presentazione della domanda

Siamo in attesa della pubblicazione dell’Ordinanza, che potrebbe arrivare a breve. I candidati possono presentare istanza di partecipazione al concorso a partire dalle ore 12.00 del giorno di pubblicazione dell’ Ordinanza sul Portale Unico del reclutamento  www.inpa.gov.it

Per accedere alla compilazione dell’istanza occorre essere in possesso delle credenziali del Sistema Pubblico di identità digitale (SPID) o di quelle della Carta di Identità Elettronica (CIE).

Inoltre, occorre essere abilitati al servizio “Istanze on line”.

Il servizio è eventualmente raggiungibile anche collegandosi all’indirizzo www.miur.gov.it, attraverso il percorso “Argomenti e Servizi > Reclutamento e servizio del personale scolastico > Graduatorie provinciali di supplenza > ….

In estate una seconda domanda

Le scuole nelle cui graduatorie di istituto essere presenti, all’interno della provincia scelta, vanno inserite nella domanda da presentare in primavera.

In estate invece verrà richiesta la presentazione di una seconda domanda per scegliere le scuole ai fini delle supplenze al 31 agosto /30 giugno, assegnate con il cosiddetto “Algoritmo”.

BOZZA GPS [PDF]

NOTA BENE è una bozza standard del Ministero dunque suscettibile di variazioni.

Come aumentare il proprio punteggio: la nostra offerta formativa

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA