Docenti soprannumerari e trasferimento nei beni culturali, ma non ci sono i posti

Di
WhatsApp
Telegram

redazione – Siamo stati i primi e gli unici a dare notizia della presenza nel Decreto-turismo di una norma che permette ai docenti soprannumerari di spostarsi in altro ministero, quello dei beni culturali.

redazione – Siamo stati i primi e gli unici a dare notizia della presenza nel Decreto-turismo di una norma che permette ai docenti soprannumerari di spostarsi in altro ministero, quello dei beni culturali.

Possibilità che nel Decreto era inserita all’articolo 16, ma che nella trasformazione in legge del 29  luglio 2014, n. 106 (in G.U. 30/7/2014, n. 175), è stata inserita all’articolo 15.

Seguici anche su Facebook. Lo fanno già in 124mila

Secondo quanto legiferato è possibile il passaggio a domanda da parte del personale non dirigenziale in situazione di sovrannumerarietà presso il Ministero dei beni culturali. Il passaggio è fissato per legge attraverso una selezione secondo criteri prefissato dal Ministero.

Tutto bene se non fosse che i docenti che, venuti a sapere della norma tramite il nostro portale, si siano sentiti rispondere dall’ufficio comandi del Ministero dei Beni Culturali che stanno rispondendo negativamente a tutte le richieste di mobilità.

Perché? Non ci sono i posti posti disponibili per i provenienti da altre amministrazioni, "anzi …"

Chi aveva sperato di venir fuori dal limbo della sovrannumerarietà ricollocandosi in altra amministrazione dovrà ancora attendere.

Docenti soprannumerari potranno chiedere trasferimento nei beni culturali

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur