Docenti in sciopero sostituiti da colleghi: è illegittimo

WhatsApp
Telegram

Si tratta di un comportamento, messo in atto da alcuni Dirigenti Scolastici con l’avallo dei docenti che acconsentono alla sostituzione, che rende nullo il disagio creato dal lavoratore in sciopero.

Già prima di lunedì 8 gennaio il sindacato CUB aveva avvertito che tale comportamento è antisindacale, essendo venuto a conoscenza di alcune circolari che distribuivano l’orario dei colleghi non in sciopero in modo da creare quello degli scioperanti.

A ciò si aggiunge la denuncia dei Partigiani della Scuola Pubblica. Secondo quanto indicato in un comunicato ciò sarebbe accaduto proprio in occasione dello sciopero dei docenti diplomati magistrale per portare all’attenzione la vicenda legata alla sentenza del Consiglio di Stato contro l’inserimento in GaE.

Nei fatti – scrivono i Partigiani – si tratta di veri abusi, dato che tali comportamenti sono stati più volte sanzionati da sentenze della Cassazione.

Sciopero 8 gennaio. Antisindacale sostituire personale che aderisce

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur