Docenti a rischio patologia alle corde vocali, il decalogo per una voce sana

di
ipsef

red – I docenti sono a rischio patologie croniche alle corde vocali. Alcuni esperti del Policlinico di Milano hanno stilato "il decalogo della voce sana".

red – I docenti sono a rischio patologie croniche alle corde vocali. Alcuni esperti del Policlinico di Milano hanno stilato "il decalogo della voce sana".

"Si stima – leggiamo da un comunicato apparso sul sito della Dottoressa Giovanna Cantarella, dell’Unità di otorinolaringoiatria della Fondazione Irccs Policlinico di Milano – che il 30 % degli insegnanti soffra di disturbi cronici delle corde vocali, che il 50 % lamenti disturbi occasionali della voce e che solo il 20 % non presenti mai alterazioni della voce ed affaticamento vocale".

"Viviamo in una società – sottolinea la Dottoressa – in cui il rumore di fondo che accompagna le nostre giornate è in costante aumento; per farci sentire siamo costretti ad aumentare il volume della nostra voce per sovrastare il rumore di fondo. Non ci concediamo pause adeguate di riposo vocale; un tempo ad esempio in auto o in treno le corde vocali godevano di momenti di riposo. Adesso anche in tali circostanze trascorriamo molto tempo parlando con il cellulare, spesso sforzando le corde vocali per alzare il volume a causa del rumore di fondo."

Per questo motivo, ha elaborato in un decalogo le regole principali per mantenere in buona salute le corde vocali:

  1. Ricorda che le corde vocali sono pliche di tessuti molli che vibrano al passaggio dell’aria proveniente dai polmoni, quindi non parlare troppo in fretta, fai le pause necessarie per riprendere fiato in modo da sostenere la voce con il respiro
  2. Parlando le corde vocali tendono a disidratarsi, ricordati di bere acqua (1,5-2 litri al giorno)
  3. Non bere troppo caffe’, te’ o altre bevande contenenti caffeina: favoriscono la diuresi e la disidratazione
  4. Controlla il microclima in casa e sul lavoro: il caldo eccessivo e l’aria troppo secca danneggiano le corde vocali, mantieni in casa un tasso di umidità minimo del 40%
  5. Non alzare la voce, usa altri modi alternativi per richiamare l’attenzione
  6. Non cercare di superare con la voce il rumore ambientale: abbassa il volume della radio o della televisione se vuoi conversare ed evita di parlare a lungo in ambienti rumorosi
  7. Sul lavoro usa se possibile un microfono se devi farti sentire da molte persone
  8. Non chiamare gli altri da lontano, avvicinati alle persone con cui vuoi comunicare in modo da essere udito facilmente
  9. Evita di parlare durante l’esercizio fisico, non avresti abbastanza fiato per sostenere la voce senza sforzo
  10. Cerca di avere sane abitudini di vita: niente fumo, alcolici con moderazione, alimentazione ricca di frutta e verdura, pasti regolari e non troppo abbondanti, numero adeguato di ore di riposo
Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione