Docenti, rientro al sud: prima dei concorsi la mobilità al 100%

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Protesta dei docenti “vittime del piano assunzionale Renzi”, chiedono al Governo Lega M5S di poter rientrare nelle proprie province, con una mobilità straordinaria che assegni loro il 100% dei posti vacanti disponibili.

Piano assunzionale con algoritmo

Tanto si è parlato in questi anni del famoso algoritmo in base al quale alcuni docenti che hanno aderito al piano assunzionale Renzi sono stati destinati a province lontane o comunque diversa dalla propria. Adesso chiedono di rientrare, chiedono al Governo di interessarsi finalmente della loro situazione, a lungo ignorata dal Governo Renzi.

In questi ultimi due anni la mobilità interprovinciale ha beneficiato del 30% dei posti disponibili, di fatto riuscendo a soddisfare unicamente le richieste dei docenti con precedenza. Ne è scaturita una polemica, che porta i docenti a scendere in piazza (lo sciopero, indetto dal sindacato ULM, è stato il primo riservato esclusivamente al personale docente e indetto con un’unica precisa motivazione).

Il video della manifestazione diffuso dall’ANSA

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione