Docenti, quest’anno le immissioni in ruolo fino al 31 dicembre. Anief d’accordo ma insiste: dalle GPS vanno assumere pure i precari di disciplina e non solo di sostegno, il doppio canale rimane prioritario

WhatsApp
Telegram

Quest’anno le immissioni in ruolo si potranno attuare non fino al 31 agosto ma anche nei mesi successivi e comunque entro il 31 dicembre 2024: lo dice in queste ore la stampa specialistica ricordando che la time line delle assunzioni a tempo indeterminato “concordata a livello europeo riporta come prima scadenza per la prima tranche di assunzioni da concorso PNRR (20.000) il 31 dicembre 2024.

Di conseguenza, per l’anno scolastico 2024/25 ci aspettiamo che le assunzioni in ruolo non si concluderanno il 31 agosto ma potranno proseguire ben oltre. In questa direzione – continua Orizzonte Scuola – si muove un emendamento presentato dalla Lega al Decreto Scuola e Sport, attualmente all’attenzione del Parlamento e da trasformare in legge entro fine luglio”. Poiché molti precari stanno ancora acquisendo abilitazioni e specializzazioni, l’allungamento dei tempi farebbe gioco a molti docenti che in tal modo “potrebbero già avere acquisito l’abilitazione (che mancava in fase di iscrizione al concorso) o comunque essere in procinto di conseguirla”.

“L’allungamento dei tempi per le immissioni in ruolo ci trova d’accordo – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – perché già negli anni passati, anche senza le attuali stabilizzazioni straordinarie derivanti dagli accordi con l’Unione europea per salvaguardare il Pnrr, tantissimi precari aspiranti all’assunzione a tempo indeterminato erano costretti a conseguire solo una stabilizzazione giuridica e a svolgere un’altra annualità scolastica da supplenti annuali. Ben venga, dunque, la proroga dei tempi di immissione in ruolo. Ciò detto, rimane inspiegabile perché le assunzioni a tempo indeterminato debbano realizzarsi solo da Gps prima fascia sostegno. E gli altri insegnanti? Sono forse figli di un dio minore?”.

“Perché – continua Pacifico – in presenza di posti liberi e delle graduatorie ad esaurimento svuotate, non si attinge dalle Gps graduatoria comune? Ricordo che come Anief continuiamo a lavorare su questo punto, in particolare per introdurre il doppio canale di reclutamento pieno, con l’obiettivo dichiarato di assumere in ruolo i precari dalle GPS entro fine legislatura su posto comune oltre che di sostegno, al termine degli esiti dei concorsi PNRR”, conclude il presidente nazionale del giovane sindacato.

Percorsi abilitanti da 60 e 30 CFU: tanti iscritti vinceranno anche il concorso PNRR. Tempistica e ordine di assunzione per il ruolo

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00