Docenti pubblici ufficiali, carcere da 6 mesi a 3 anni per chi li offende o commette loro violenza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto sicurezza bis (decreto legge n. 53/2019, convertito in legge n. 77/2019) prevede una norma che, indirettamente, riguarda il personale docente in quanto pubblico ufficiale.

Modifiche al codice penale

L’articolo 341-bis del codice penale così dispone:

Chiunque, in luogo pubblico o aperto al pubblico e in presenza di più persone, offende l’onore ed il prestigio di un pubblico ufficiale mentre compie un atto d’ufficio ed a causa o nell’esercizio delle sue funzioni è punito con la reclusione fino a tre anni…

L’articolo 7 del decreto legge n. 53/2019, convertito in legge n. 77/2019, modifica il suddetto articolo 341-bis, disponendo quanto segue:

(( b-bis) all’articolo 341-bis, primo comma, le parole: «fino a tre
anni» sono sostituite dalle seguenti: «da sei mesi a tre anni»;

La norma dunque viene inasprita introducendo un minimo di pena da comminare, ossia 6 mesi.

Docenti pubblici ufficiali

I docenti, come indicato in diversi nostri articoli, sono dei pubblici ufficiali, quindi interessati alla sopra riferita modifica.

Per approfondire l’argomento leggi:

Offese e violenze contro docenti ed ATA, sono pubblici ufficiali quindi è oltraggio. Vediamo la casistica, sentenze e norme

Docenti e ATA sono pubblici ufficiali, difendersi da offese, minacce e aggressioni. Sentenze

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione