Docenti protestano e salta la visita a scuola dell’Arcivescovo di Torino. Fedeli, “no a discriminazioni religiose”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nuova polemica sulla laicità della scuola italiana. Come se non bastasse la diatriba sulla presenza del professore di Religione agli esami di terza media, è diventato un caso la visita dell’arcivescovo di Torino in alcune scuole della Provincia della sua diocesi. 

Alcuni docenti, come racconta Repubblica.it, si sono ribellati alla presenza del chierico durante l’orario scolastico. La protesta è stata talmente forte da indurre la scuola a organizzare l’incontro al di fuori dello spazio dedicato alla didattica.

A quel punto, però, è stato l’Arcivescovo a rifiutare la proposta. Il mancato incontro è stato mal digerito anche da alcuni genitori. La ministra Fedeli, in visita a Torino per un convegno, ha commentato: “Non si è tenuto conto del pluralismo e del rispetto che noi dobbiamo portare per tutti, senza discriminare nessuno anche dal punto di vista della religione, come del resto prevede anche l’articolo 3 della Costituzione“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione