Docenti precari, in arrivo l’Ordinanza per aggiornare le GPS. Anief chiede di non lasciare fuori gli specializzati e abilitati all’estero in attesa di riconoscimento

WhatsApp
Telegram

È quasi pronta l’ordinanza che regola l’aggiornamento delle Graduatorie provinciali che regoleranno le supplenze del personale docente per gli anni scolastici 2024-25 e 2025-26.

La stampa specializzata ha in queste ore anche pubblicato una bozza di Ordinanza ministeriale, dalla qual emerge che “non ci sarà un nuovo regolamento, ma si procederà con una proroga, come previsto dal Decreto Milleproroghe. Ciò significa che non sarà possibile apportare modifiche, se non quelle già intervenute nella normativa, come ad esempio per i titoli di accesso di seconda fascia. La presentazione della domanda avverrà in modo telematica. Molto probabilmente l’aggiornamento si svolgerà, scrive Orizzonte Scuola, tra la fine marzo e il periodo pasquale.

“Qualora l’Ordinanza dovesse essere quella che sta circolando in questi giorni, come sindacato abbiamo diversi rilievi da presentare – sostiene Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – ad iniziare dalla considerazione di determinati punteggi e dalla validità di specifici titoli di studio che non possono essere messi nel ‘congelatore’ in attesa di risposte definite. Una richiesta che Anief ha fatto e continuerà a fare, rimanendo all’esempio delle attestazioni e dei corsi svolti utili all’inserimento nelle graduatorie provinciali per le supplenze, è quella di chiedere di consentire la stipula dei contratti agli specializzati e abilitati all’estero in attesa di riconoscimento del titolo”, conclude il sindacalista autonomo.

COSA DOBBIAMO ASPETTARCI CON L’APERTURA DELLE GPS

Saranno possibili nuovi inserimenti e aggiornamenti, una provincia da scegliere. Inoltre, si andrà a rivedere significativamente il sistema MAD. La messa a disposizione sarà sostituita dall’interpello, un avviso pubblicato sui siti delle scuole e/o degli Uffici scolastici provinciali, in caso di esaurimento selle graduatorie di istituto. Alle procedure di interpello non potranno partecipare gli insegnanti che hanno già ricevuto un contratto a tempo determinato. Per i posti comuni, si prevede un’ulteriore “stretta”: non potrà partecipare alla procedura di interpello delle scuole chi è inserito nelle GPS. Sarà invece consentita, per abilitandi/specializzandi sostegno, l’iscrizione nella prima fascia con riserva, da sciogliere dopo il conseguimento del titolo se conseguito entro il 30 giugno 2024. Sarà possibile dichiarare titoli e servizi conseguiti dopo il 31 maggio 2022 (termine ultimo precedente aggiornamento). È bene anche sapere che gli iscritti nelle precedenti GPS che non aggiorneranno la propria posizione rimarranno inseriti con i punteggi già consolidati. Gli ITP accederanno o con abilitazione (prima fascia) o con diploma (seconda fascia). Per i docenti di sostegno si conferma il requisito della specializzazione per la prima fascia, mentre per la seconda fascia è necessario avere tre annualità di servizio specifico nel sostegno.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri