Docenti precari delle GaE manifestano oggi per chiedere un posto di lavoro

Stampa

Se è vero che questi docenti hanno rinunciato al ruolo per non dividersi dalle famiglie e restare nel proprio territorio, è anche vero che, affermano, i posti disponibili sono spariti.

I posti sui quali hanno lavorato per anni, dicono i docenti delle GaE, sono andati in fumo non per il piano straordinario di assunzioni, ma perché il Ministero “pur di non scontentare chi ha accettato la proposta di assunzione nazionale, ha fatto cambiamenti ed aggiustamenti post legem, tali da compromettere il regolare scorrimento delle graduatorie e le nuove assunzioni previste dal turnover.”

Un lavoro che i docenti delle GaE non si attendevano e che ha fatto scomparire numerose cattedre, lasciandoli a corto di posti per lavorare.

Per questo e per altri motivi il Coordinamento Nazionale Docenti Gae, oggi dalle 8.00 alle 18.00, manifesterà nuovamente davanti al Ministero della Pubblica Istruzione a Roma.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese