Docenti precari, come saranno stabilizzati. Il piano

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Firmata l’intesa sul precariato tra sindacati e Governo, il Ministro ha apertamente affermato che la scuola “non può e non deve essere una fabbrica di precari”, commentando il piano per il precariato che abbiamo già pubblicato nei giorni scorsi.

Percorsi abilitanti

Secondo quanto affermato nel testo dell’intesa, pubblicato in anteprima dalla nostra redazione, “in via transitoria, il Governo, si impegna a prevedere percorsi abilitanti e selettivi riservati al personale docente che abbia maturato una pregressa esperienza di servizio pari ad almeno 36 mesi finalizzati all’immissione in ruolo”.

Il percorso, si intende, che sarà selettivo e consentirà ai docenti di poter accedere al ruolo. Si tratterà di un percorso universitario a pagamento.

Concorso

D’altro canto, il Governo ha previsto, inoltre, la possibilità di agevolazioni per i docenti precari relativemente ai concorsi a cattedra.

Potrebbe trattarsi di un aumento tra il 30-50% della quota di posti riservata ai docenti con servizio, nonché l’esclusione dalla preselettiva (scontato che non debbano acquisire i 24 CFU).

36 mesi di servizio

Percorsi che riguarderanno coloro che hanno 36 mesi di servizio: verosimilmente si intenderanno tre annualità (180 giorni per anno scolastico o servizio ininterrotto almeno dal 1° febbraio fino al termine degli scrutini).

Scarica il testo ufficiale firmato da Governo e Sindacati

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione