Docenti potranno chiedere mobilità in altra amministrazione, ma torneranno allo stipendio base

di redazione
ipsef

Si tratta di una delle soluzioni che è presente nella bozza del DDL in via di completamento da parte della Funzione pubblica.

Si tratta di una delle soluzioni che è presente nella bozza del DDL in via di completamento da parte della Funzione pubblica.

Si tratta di un escamotage per far fronte alle difficoltà della professione. Sappiamo benissimo come all'insegnamento siano legate patologie da burn out, addirittura doppie rispetto agli altri settori dell'amministrazione.

Negli anni docenti, sindacati ed esperti hanno chiesto interventi per fronteggiare l'emergenza, ma senza risultato.

Nel DDL della riforma della PA viene data la possibilità di cambiare amministrazione. Possibilità concessa anche ai docenti, ma con una penalizzazione dello stipendio.

Infatti, il provvedimento prevede uan retrocessione economica ai livelli di un docente neoassunto. Una norma che sembra più una punizione che una soluzione al problema del disagio dei docenti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare