Docenti di potenziamento diventino DSGA. Concorso interno a domanda

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La proposta arriva dal nuovo segretario generale dello SNALS –CONFSAL  prof.ssa Elvira Serafini.

Il problema è la carenza che si registra nell’organico dei DSGA.

Atteso da anni il nuovo concorso, la situazione sembrava essersi sbloccata con un apposito emendamento presentato durante la discussione del decreto vaccini, ma poi bocciato. E dunque il concorso rimane nel limbo.

Intanto l’ANQUAP lancia l’allarme: dal 1° settembre ben 1.700 scuole saranno prive di questa fondamentale figura per il funzionamento delle scuole.

E’ qui che si innesta la proposta dello SNALS. Il sindacato parla di “docenti titolari sul potenziamento”. Questa dicitura ci lascia perplessi, dal momento che non esiste più tale distinzione e che l’organico della scuola è unico, come chiarito dal Miur nella nota del 5 settembre 2016

“Tutti i docenti dell’organico dell’autonomia contribuiscono alla realizzazione dell’offerta formativa attraverso le attività di insegnamento, di potenziamento, di sostegno, di organizzazione, di progettazione e di coordinamento”.

Ad ogni modo, avremo modo di approfondire se la proposta dovesse concretizzarsi. Al momento la prof. ssa Serafini parla di “concorsi interni riservati a tutti  i docenti titolari sul potenziamento, a domanda e in possesso di lauree coerenti con la figura professionale del DSGA”

Al momento i requisiti previsti dovrebbero essere (tutti da confermare):

laurea in giurisprudenza, in scienze politiche, sociali o amministrative, in economia e commercio o titoli equipollenti o diplomi di laurea specialistica (LS) 22, 64, 71, 84, 90 e 91.

Naturalmente il concorso sarebbe a domanda volontaria.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione