Precari 36 mesi di servizio: a fianco della UIL per concorso non selettivo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato “Docenti per i Diritti dei Lavoratori” –  E’ stata una fine d’anno amara quella vissuta dai docenti precari con anni di esperienza nell’insegnamento. Approvata con la legge finanziaria anche la modalità di selezione del personale docente.

“Nessun percorso di stabilizzazione. Solo un magro 10% di riserva in un concorso super selettivo che i precari dovranno dividere anche con i docenti di ruolo e gli abilitati con 36 mesi di servizio che potranno partecipare ad un concorso che per come è stato pensato vedrà milioni di partecipanti per un pugno di posti! Una vera beffa!” – così il presidente Pasquale Vespa di “Docenti per i Diritti dei Lavoratori”, l’Associazione che di fatto, con l’ingresso del suo portavoce in UIL Scuola, in qualità di Coordinatore dei Precari, è al fianco del Segretario Nazionale UIL Scuola Pino Turi.

“Noi non ci accontenteremo del punteggio aggiuntivo per chi ha 36 mesi di servizio – afferma Vespa –  Nel prossimo concorso voluto da questo Governo si mettono a bando i posti di lavoro coperti da anni da noi precari. Il nostro lavoro, la nostra vita. E sa di schiaffo ulteriore leggere continuamente le dichiarazione del ministro Bussetti che propaganda il ricambio generazionale, buttando di fatto in mezzo ad una strada chi fino ad oggi ha servito con professionalità la Scuola, pur essendo precario”.

“Abbiamo organizzato 4 occasioni di protesta nel solo dicembre 2018 dopo lo sciopero del 30 novembre” racconta Vespa. Poi con l’ingresso in UIL del presidente Pasquale Vespa, voluto fortemente da Luigi Panacea, Segretario regionale Uil Scuola Campania e dal Segretario Nazionale Pino Turi, una dopo l’altra, il 13 dicembre alla Prefettura di Napoli un’azione di protesta organizzata dalla Uil Scuola Campania e dai segretari Panacea e Antonio di Zazzo con la presenza del segretario generale Giovanni Sgambati, il 14 con un’Assemblea regionale a Pordenone, per terminare con la mobilitazione del 20 dicembre a Roma con una delegazione capitanata dal Segretario Nazionale Uil Scuola Pino Turi prima alla Prefettura e poi al Miur. E il 21 dicembre con l’Assemblea di Pomigliano d’Arco presieduta dal segretario Panacea e organizzata del Coordinatore Pasquale Vespa.

E il nuovo anno si apre con le assemblee regionali indette sempre dalla UIL Scuola, il 14 gennaio a Milano e il 16 a Firenze, che vedranno la partecipazione di Pasquale Vespa Coordinatore UIL Scuola Precari della Campania. Occasioni per portare a tutti la proposta della UIL: il concorso non selettivo per chi ha 3×180 giorni di servizio che porti all’immediata stabilizzazione di tutti i precari.”

Versione stampabile
anief banner
soloformazione