Docenti part time: devono partecipare a tutte le riunioni, anche se in giorni diversi da quelli di insegnamento. Quali incarichi possono ricevere

WhatsApp
Telegram

I docenti, sia a tempo indeterminato che determinato, che hanno trasformato il loro rapporto di lavoro da full a part time hanno gli stessi obblighi dei colleghi per le 40 ore di attività collegiali. 

Le attività funzionali all’insegnamento art.29 del CCNL 2006-2009

Cosa comprendono? attività collegiali, di programmazione, progettazione, ricerca, valutazione, documentazione, aggiornamento e formazione, compresa la preparazione dei lavori degli organi collegiali, la partecipazione alle riunioni e l’attuazione delle delibere adottate dai predetti organi.

Scarica la scheda in formato PDF

Docenti part time devono svolgere tutte le ore di attività funzionali all’insegnamento

Lo ha stabilito la Corte di Cass. civ., Sez. lavoro con Ord., 14 marzo 2019, n. 7320:

Il personale docente del comparto della scuola assunto con contratto a tempo parziale, sulla base delle disposizioni dettate dagli artt. 46 CCNL 4.8.1995, 36 CCNL 24.7.2003 e 39 CCNL 29.11.2007, nonché dall’art. 7, O.M. 23.7.1997, ha l’obbligo di svolgere le attività funzionali all’insegnamento di carattere collegiale, di cui agli artt. 42, comma 3, lett. a), CCNL 1995, 27, comma 3, lett. a), CCNL 2003, 29, comma 3, lett. a), CCNL 2007, con le stesse modalità previste per i docenti a tempo pieno e, in caso di part time verticale o misto, è tenuto a partecipare all’attività collegiale anche se la convocazione è disposta in giorni della settimana non coincidenti con quelli stabiliti per l’insegnamento.

Due quindi i principi stabiliti:

  • i docenti con orario part time non possono usufruire di “sconti” nella partecipazione ai collegi e alle attività funzionali all’insegnamento (max 40 ore per anno scolastico)
  • la partecipazione è obbligatoria anche se la riunione è calendarizzata in giornata diversa da quelle di insegnamento.

Nel 2019 si è quindi chiusa una controversia durata per anni, nella quale spesso i Dirigenti Scolastici si sono trovati in difficoltà per la mancanza di un riferimento normativo più puntuale.

La partecipazione ai consigli di classe

Naturalmente, per le 40 ore relative ai consigli di classe, la partecipazione rimane limitata, come sempre, a quelli in cui si è presente come docente. Nel consiglio di classe anche il docente part time può essere individuato come coordinatore.

Quali attività aggiuntive può svolgere il docente in part time

L’articolo 39 del CCNL/2007 stabilisce al comma 8:

“Il personale con rapporto di lavoro a tempo parziale è escluso dalle attività aggiuntive di insegnamento aventi carattere continuativo”

Dunque permane la specificazione “aggiuntive di insegnamento”; nessuna modifica in tal senso nel CCNL 2016/18. I docenti in regime di part-time non sono a priori esclusi nè da specifici incarichi, in quanto non esiste un elenco al riguardo, nè da attività pagate con il FIS.

Bisogna quindi soffermarsi sulla semantica della parola “continuativo” e sul fatto che il Contratto non parla di attività aggiuntive in generale, ma di attività agguntive di insegnamento.

Attività aggiuntive di insegnamento di carattere continuativo che il Docente part-time non può svolgere, qualche esempio

  • Assegnazione di spezzoni da parte delle singole scuole, ove disponibili, fino a sei ore settimanali che non concorrono a costituire cattedre o posti orario;
  • Attività di avviamento alla pratica sportiva;
  • Attività aggiuntive di insegnamento previste nel PTOF che abbiano una durata semestrale o annuale.

Attività aggiuntive di insegnamento NON di carattere continuativo che il Docente part-time può svolgere, qualche esempio

  • Ore eccedenti sostituzioni colleghi assenti; hanno natura occasionale;
  • Corsi di recupero per un tot ore e in un periodo di tempo circoscritto.

Funzione strumentale

Il docente in part time può ricevere dal Collegio docenti l’incarico relativo ad una specifica Funzione strumentale. Si tratta infatti di attività aggiuntiva funzionale all’insegnamento.

Ad ogni modo nel caso in particolare dell FF.SS, è possibile che il DS faccia presente la questione in collegio e quest’ultimo, come previsto dalla Legge, deliberi criteri di attribuzione, numero e destinatari delle funzioni strumentali, inserendo o meno un paragrafetto che esplichi le eventuali incompatibilità tra lo svolgimento dell’incarico di FS e l’essere in regime di Part-Time.

La consulenza

È possibile richiedere consulenza all’indirizzo la[email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

È possibile seguire gli aggiornamenti tramite il tag Graduatorie di istituto e Supplenze

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur