Docenti neoassunti, indicazioni peer to peer a distanza. Un modello

Neo immessi in ruolo 2019/2020: peer to peer a distanza, indicazioni ministeriali e modello di Indire.

Il Ministero, con la nota del 27 marzo 2020, suggerisce di effettuare la progettazione e l’osservazione relativamente alle occasioni di didattica a distanza che ciascun docente sta mettendo in atto nelle reciproche classi.

La nota non specifica se l’attività va svolta nell’ambito delle attività sincrone (ad esempio video conferenze) oppure asincrone o di entrambi. Al riguardo, l’USR Campania ha indicato di osservare sia le lezioni in “diretta” che le attività in remoto.

Il Ministero, infine, evidenzia che rimangono utili le griglie di osservazione predisposte dall’Indire e che bisogna prestare attenzione nel trasporre le attività svolte on-line con particolare riguardo alla centralità della relazione educativa, anche nelle situazioni a distanza, mediate dalle tecnologie.

Modello peer to peer a distanza

Nelle 12 ore previste per questa attività si esplica la parte più significativa della relazione tra il docente neoassunto e il suo tutor accogliente. Tale attività prevede la progettazione, l’osservazione strutturata e reciproca
dell’azione didattica nelle rispettive classi, la rielaborazione condivisa di quanto osservato.

Dovendo e volendo sperimentare questa attività durante il tempo della sospensione della didattica in presenza (nota 279 del 8/3/2020 e nota 368 del 13/3/2020), si suggerisce di effettuare la progettazione-osservazione relativamente alle occasioni di didattica a distanza che ciascun docente sta mettendo in atto nelle reciproche classi.

Ecco il modello di osservazione peer to peer a distanza fornito da Indire

 

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia